NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Sat, Nov
30 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Ordinanza capitaneria di porto per la “50/ma edizione CAGLIARI-CARLOFORTE” di vela.

Altri
Aspetto
Condividi

Il Capo dell’Ufficio Circondariale Marittimo e Comandante del Porto di Sant’Antioco, tenente di vascello Maria Teresa Ostuni, in occasione della manifestazione velica “50ª CAGLIARI-CARLOFORTE”, che prende il via oggi, alle ore 15.30, e si concluderà domani 30 giugno alle ore 16.00,, Ha emesso un'ordinaza per la sicurezza dello svolgimento della regata. La manifestazione velica si svolgerà nelle acque del Golfo di Cagliari, Sant’Antioco e Carloforte. La partenza con partenza delle unità partecipanti avverrà dallo specchio acqueo antistante la spiaggia di Sant’Elia, ricadente nel comune di Cagliari per concludersi all’isola di Carloforte. L'ordinanza è inerente al fatto che la regata interessa anche il tratto di mare regolamentato per giurisdizione da questa Autorità Marittima antiochense che va da a Capo Teulada ed Isola di Sant’Antioco.

L'ordinanza
Fermo restando quanto già prescritto dalla vigente ordinanza di sicurezza balneare e dal regolamento per la prevenzione degli abbordi in mare, nei giorni e negli orari di cui al rende noto, nelle zone di mare interessate dalla manifestazione sopra meglio indicata rientranti nell’ambito del Circondario marittimo di Sant’Antioco, tutte le unità in zona dovranno prestare la massima attenzione e ridurre la propria velocità. In particolare, quelle in navigazione entro i 200 (duecento) metri dal percorso di gara dovranno procedere a velocità ridotta (non superiore ai 5 nodi), prestando particolare attenzione alla navigazione delle unità partecipanti alla manifestazione, in considerazione della loro tipologia e valutando l’eventuale adozione di misure aggiuntive suggerite dalla buona perizia marinaresca al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo.

Art. 2

E’ fatto, inoltre, obbligo all’organizzazione di predisporre un accurato servizio di vigilanza ed assistenza ai partecipanti, di osservare tutte le disposizioni vigenti che riguardano la predetta manifestazione e di mettere in atto ogni provvedimento necessario e/o opportuno al fine di evitare danni a persone e/o cose.

Art. 3

I trasgressori della presente ordinanza saranno puniti a termini di legge e ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni recati a persone e/o cose derivanti dal loro illecito operato.

Art. 4

E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, che verrà resa pubblica ai sensi dell’art. 32 delle legge 18 giugno 2009, n. 69.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna