NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Fri, Jul
56 Nuovi articoli

Calasetta. Concluso il Windsurf Grand Slam WGS 2018. Assegnati i titoli di Campione Italiano AICW/FIV di Windsurf.

Altri
Aspetto
Condividi

Si è concluso a Calasetta, il Windsurf Grand Slam WGS 2018, manifestazione che ha assegnato i titoli di Campione Italiano AICW/FIV di Windsurf. E’ stata una settimana con condizioni che non si vedevano da tempo, per un evento di windsurf, sette giorni su sette di vento, con una giornata in cui le condizioni hanno visto anche punte di oltre trenta nodi sul campo di gara.

Già da lunedì le previsioni hanno subito dato conferma che non sarebbe stato un evento in attesa delle condizioni favorevoli, già da martedì le condizioni sono andate via via migliorando, arrivando a una giornata di giovedì con le regate disputate in condizioni davvero favolose, vento da NW con raffiche oltre i 30 nodi, una vera regata Slalom che ha messo a dura prova gli atleti sul campo di gara di Calasetta, sulla spiaggia di Sotto Torre, e che ha consentito, agli atleti del freestyle, sullo spot di Sa Barra, presso il Windsurfing Club Sa Barra, di avere le condizioni ideali per rendere la gara ancora più esplosiva e spettacolare.

Incredibili i video di fine giornata, e le immagini, emozionanti le riprese in diretta dal drone e le dirette di Vedetta.org sui due campi di gara. Un’organizzazione, quella di Salvatore Casula con l’AICW, che ha evidenziato il valore inestimabile del territorio, per un turismo attivo, risorsa sempre più indispensabile per l’isola, una tipologia di turismo che rende fruibile e attiva l’isola anche nel fuori stagione classico, con le sue condizioni meteo favorevoli, le sue forti perturbazioni da NW, gli scenari impagabili.

Calasetta ha stregato i partecipanti, un piccolo gioiello, la sua torre, le sue spiagge di sabbia fine, le dolci note del vento termico che accompagnano le giornate più calde, e la possibilità di spostarsi di pochi chilometri, per godere dei venti di ogni quadrante. Sant’Antioco, isola nell’isola, ha il carattere forte degli isolani, puro, genuino, forte, quel cuore sardo che ti apre le porte di casa, come se fossi l’amico più caro, conosciuto da sempre, un calore che è proprio degli isolani e che abbiamo ritrovato nello sguardo emozionato di Salvatore Casula.

Sono stati quattro i titoli assegnati per le specialità, Andrea Cucchi (ITA 1), ha ottenuto il titolo di Campione Italiano AICW/FIV nella categoria Slalom, Riccardo Marca (ITA 988) è il Campione Italiano Freestyle, Marco Begalli (ITA 415) è Campione Italiano Formula Windsurfing e Riccardo Renna (ITA 225), il giovane Campione Italiano per la categoria Raceboard.

«Siamo soddisfatti, ha fatto sette giorni di vento, non si poteva chiedere di più! Spero di avere altre possibilità di fare questa manifestazione negli anni a venire – dice Salvatore Casula, organizzatore dell’evento -. Ringrazio a tutti quelli che ci hanno creduto, a partire dal Comune di Calasetta, la Lega Navale Sulcis, gli sponsors, il mio amico Roberto Lusci che mi ha aiutato tanto. Sono davvero contento. Ringrazio anche la mia famiglia, che mi ha supportato per tutta la durata dell’evento. Al di là di vari problemi, normali nella gestione di un evento di tale portata, abbiamo affrontato e superato tutto in modo egregio, grazie anche al prezioso aiuto di tutti.»

«Siamo felici di aver collaborato con AICW per questo evento, per noi è stata una cosa nuova, e siamo soddisfatti del risultato – dice Tore Turco, presidente della Lega Navale Sulcis -. Grazie all’amministrazione comunale, all’AICW e ai ragazzi, per averci permesso di fare un evento di questa portata, speriamo di ripeterla in futuro. È andato tutto bene e la location ci ha aiutato tanto, nella nostra prima volta qui a Calasetta.»

«Non si era mai visto un Campionato Italiano con nove tabelloni di Slalom portati a termine – afferma Carlo Cottafavi, presidente AICW -. C’è stato qualche problema, prontamente risolto, grazie anche all’impegno di Salvatore Casula, che devo ringraziare, per aver fatto un lavoro che impegna, di solito, molte più persone, Michela (Coordinamento AICW) era sempre in contatto con Salvatore per rispondere prontamente a tutto.
Abbiamo avuto ciò che è più importante per portare a termine questo tipo di manifestazione, ovvero il vento! Quattro titoli assegnati, due campi di gara, un grazie a Cristiano Siringo, vicepresidente AICW, che si è impegnato sul campo di gara freestyle di Sa Barra, grazie a tutto lo staff, ai ragazzi della Lega Navale Sulcis, ai ragazzi dei gommoni, alla troupe foto-video, a Selin, il nostro main sponsor, che ha investito il suo denaro per la riuscita dell’evento.»

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna