NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Sat, Jul
50 Nuovi articoli

Portovesme. Sider Alloys la vertenza sul tavolo della Presidenza della Giunta regionale . Domani Pigliaru incontra i sindacati

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Mentre si intensificano le prese di posizione di esponenti politici la vertenza arriva sul tavolo della Presidenza della Giunta regionale. La vertenza dei sindacati e lavoratori della Sider Alloys, che da ieri stanno bloccando i cancelli dello stabilimento ex Alcoa di Portovesme per protestare contro la gestione delle prime assunzioni da parte dell'Azienda, arriva sul tavolo della Presidenza della Giunta regionale. Domani, alle 13, subito dopo l'incontro con i vertici Air Italy, il governatore Francesco Pigliaru incontrerà la delegazione sindacale dei metalmeccanici e del territorio nella sede di rappresentanza della Giunta, Villa Devoto. I sindacati lamentano il fatto che tra le prime 17 assunzioni effettuate dalla società ci sia un gruppo di addetti tecnici che non fanno parte del bacino dei lavoratori ex Alcoa. I rappresentanti dei lavoratori hanno richiamato l'azienda al "rispetto delle regole" attraverso la sottoscrizione di un accordo per definire gli ulteriori passaggi. Il presidio davanti ai cancelli potrebbe essere sciolto nelle prossime ore.

Pubblichiamo alcune note stampa di esponenti politici regionali.

Luca Pizzuto che si schiera al fianco del sindacato e dei lavoratori della Sider Alloys (ex Alcoa) "Durante la riunione i lavoratori sono stati informati dell’assunzione di diversi tecnici, di cui alcuni non fanno parte del bacino degli ex dipendenti Alcoa. "Insieme ai sindacati contesto il metodo e il merito attuati per le assunzioni Sider Alloys, che stanno avvenendo senza il rispetto dei protocolli e degli accordi firmati a livello ministeriale e o regionale. Prima di tutto è necessario inserire i dipendenti diretti ex Alcoa. La battaglia dei lavoratori è la nostra battaglia, la Sider Alloys salvaguardi tutti i lavoratori, partendo ovviamente da coloro già interni alla fabbrica".

Pietro Cocco Pd
"Quando ormai dopo tanti anni di impegno si è arrivati alla svolta sul rilancio della fabbrica di Portovesme con l'acquisizione dello stabilimento dalla Sider Alloys assistiamo per l'ennesima volta ad una giusta e condivisibile mobilitazione degli operai ex Alcoa, contro le politiche di assunzione del personale da parte dell'Azienda per il riavvio della fabbrica, scrive Cocco, “Non possono essere disattesi gli accordi raggiunti con l'allora ministro Calenda e il presidente Pigliaru che prevedevano in via prioritaria l'assunzione degli ex operai, quegli stessi lavoratori che hanno creduto più di tutti nel rilancio e hanno resistito nel tempo tenendo alta l'attenzione del sindacato, della politica e del territorio del Sulcis -Iglesiente, sostenendo anni di battaglie sindacali talvolta molto aspre” dichiara Pietro Cocco- Non è accettabile che la precedenza nelle assunzioni, come previsto dagli accordi, non sia data ovviamente agli ex lavoratori che nel tempo hanno maturato esperienza e professionalità e hanno consentito la ripartenza dello stabilimento".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna