NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
18
Tue, Dec
33 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Presentata la 659' festa di Sant'Antioco Martire

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi

FESTA SANTANTIOCO“Tanta è la devozione di questi popoli verso il glorioso martire Sant’Antioco che non vi è città, né villaggio in questo regno in cui non vi sia o chiesa, o altare, o statua o immagine innalzata in onor di questo Santo o a lui consegrata...”. Così scriveva, nel 1784, Padre Tommaso Napoli nel manoscritto in cui raccontava la venerazione dell’Isola per il suo patrono Antioco, il Santo medico guaritore, perseguitato in Africa all’epoca dell’imperatore Adriano e approdato nel Sulcis, dove fondò la prima comunità cristiana sarda e dove morì, nel 127.

La fede. Quella grande devozione è rimasta immutata nei secoli e oggi, mentre la comunità di Sant’Antioco si prepara alla festa numero 659 in onore del patrono, che si terrà dal 14 al 16 aprile, è più che mai vivo il messaggio di Antioco ai fedeli: don mario Riu foto piccola«Ci parla di fede e amore per il prossimo - ha detto don Mario Riu, parroco e rettore della Basilica di Sant’Antioco Martire - non a caso la sua festa, dal 1360, cade due settimane dopo Pasqua e si trasforma in un momento di aggregazione e testimonianza di solidarietà e carità». Il programma religioso, fedele agli insegnamenti del Santo, è molto intenso e partirà dall’8 aprile per culminare il 16, giornata de Sa Festa Manna: ci saranno i momenti di preghiera e riflessione dedicati alla comunità parrocchiale, agli anziani, ai malati e poi al lavoro, ai giovani e alla famiglia.

ignazio Locci foto piccolaIl programma. «Un ricchissimo programma - ha sottolineato il sindaco Ignazio Locci - in cui accanto ai momenti di preghiera solenne segno di devozione profonda al nostro Santo, ci saranno i momenti di festa, folklore intrattenimento e cultura resi possibili grazie al prezioso contributo dato dalla Pro Loco, Dal Centro Commerciale naturale, dall’instancabile gruppo sagra, dal Liceo locale e, quest’anno, dall’Enit Italia, sede di Londra, dove lavora la nostra concittadina Ilenia Cocco che ha collaborato attivamente con noi». E gli eventi saranno davvero tanti: rosalba cossu«Perché tanto impegno merita il nostro Sant’Antioco, un “immigrato” la cui storia è più che mai attuale in questa nostra epoca tormentata e noi tutti abbiamo il dovere di seguire il suo messaggio», ha detto l’assessore alla Cultura Rosalba Cossu, prima di anticipare alcuni dei momenti dedicati alla cultura e alla tradizione, come la mostra d’arte di Jacopo Scarsellati e quella degli studenti dell’Artistico e poi le attesissime pariglie, che da 11 anni richiamano alla sagra cavalli e cavalieri da tutta l’Isola. Il tutto preludio alla solenne processione, il giorno de sa Festa Manna: «Un momento inteso di fede - ha aggiunta Rosalba Cossu - in tripudio di colori e emozioni grandissime, grazie ai 29 gruppi folk che sfileranno insieme alle due traccas e a 96 cavalieri».

La fiera. Tra le novità più attese di questa edizione c’è la fiera enogastronomica:Roberta Serrenti foto piccola «Un percorso all’insegna dei sapori tipici locali presentati dai nostri produttori ai quali si affiancheranno quelli provenienti da tanti centri della Sardegna - ha anticipato Roberta Serrenti, assessore al Turismo - questa sagra è per il nostro paese un fondamentale momento di promozione turistica e la presenza dei tour operator e dei giornalisti delle principali testate internazionali in tema di turismo ne è un chiaro segno. Li porteremo a scoprire tutte le offerte del nostro territorio». Previsti, infine, anche due appuntamenti musicali e l’immancabile spettacolo pirotecnico. Tanto il lavoro fatto, tanto quello di questi ultimi giorni: «Un lavoro in sinergia - ha rimarcato il sindaco ringraziando tutti coloro che lavorano anche alla sicurezza dell’evento per la quale oggi le regole sono doverosamente rigidissime - sono certo che porterà grandi risultati».

 

 

 

Unione Sarda. Stefania Piredda INVIATA (ha collaborato Tito Siddi)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna