NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
22
Sat, Sep
38 Nuovi articoli

Cagliari. Rubiu (Capogruppo Udc in Consiglio Regionale), poco personale dell'Anas sulle strade sarde

Politica Regionale
Aspetto
Condividi
 


Carenza di personale di esercizio sull’intera rete stradale statale della Sardegna, necessità di infrastrutture viarie nuove con risorse per la realizzazione di raccordi funzionali alla deviazione del traffico in caso di incidenti, l’esigenza di rivedere i limiti temporali degli impianti semaforici all’altezza degli svincoli sulla statale 130. Sono i temi affrontati in un’interrogazione urgente dal capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu. Nel mirino dell’esponente dei moderati l’Anas, l’azienda nazionale che gestisce le autostrade isolane, che lascia la Sardegna nel dimenticatoio. <<E’ il caso della Carlo Felice – spiega il capogruppo Udc – con un’arteria diventata negli ultimi giorni una trappola infernale. Una carreggiata su cui si riversa una grande fetta del traffico in direzione Cagliari e Sassari. Verso il capoluogo isolano, l’altro giorno, un tamponamento è bastato a mandare in tilt la viabilità. E, sul posto, si è registrata la totale assenza di operatori dell’Anas in grado di decongestionare il flusso delle auto e indicare la viabilità alternativa>>. Lunghe code, tir a passo di lumaca e proteste per una mattinata da passione: <<La statale 131 richiede interventi infrastrutturali di ammodernamento – prosegue Rubiu – con raccordi in grado di favorire il deflusso dei mezzi in caso di incidenti. L’azienda che gestisce le principali arterie isolane dovrebbe da subito trasferire le risorse per la realizzazione delle opere>>. Altro tasto dolente, il semaforo sulla statale 130 all’altezza dello svincolo sulla via Piave ad Assemini, in direzione Cagliari: <<Un punto nevralgico della viabilità – conclude Rubiu – visto che sull’arteria si riversano le auto che provengono dal Sulcis Iglesiente. L’impianto rimane rosso troppo a lungo, le auto si incolonnano e la strada diventa impercorribile. Occorre che l’Anas intervenga, magari diminuendo il tempo di attesa tra il rosso e il verde del semaforo, così da velocizzare il passaggio dei mezzi in transito>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna