NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
19
Sun, Aug
26 Nuovi articoli

Cagliari. Tocco (FI) sul disastro della riforma sanitaria

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Le continue emergenze nei presidi ospedalieri della Sardegna certificano il fallimento della riforma portata avanti dalla giunta. Una sentenza senza appello che arriva dal vicepresidente della commissione salute Edoardo Tocco (FI), che affonda i colpi sul direttore generale dell’Ats Moirano: <<Appare chiaro un distacco abissale nelle parole del manager dell’Azienda unica che si dice pronto a salvare la sanità sarda. Dopo anni di rassicurazioni e promesse, appare l’ennesimo bluff. La drammatica realtà parla di una catastrofe senza fine all’interno delle corsie, con strutture senza manutenzione che crollano sui pazienti. Una fotografia emblematica sullo stato del comparto>>. La storia del riordino della rete ospedaliera è ormai nota. <<Un disegno che ha portato solo al depotenziamento dei presidi – aggiunge Tocco – con la soppressione di reparti fondamentali nei territori marginali. Una rivoluzione che si è tradotta nella spoliazione di servizi sanitari in maniera scientifica e continua>>. Senza poi nascondere i disservizi: <<Fatti che si sono verificati gli ultimi giorni – spiega Tocco – Dalla risonanza magnetica in tilt per settimane al Santissima Annunziata di Sassari sino agli ascensori guasti al Santa Barbara di Iglesias>>. Un malcontento strisciante dai territori per lo smantellamento delle strutture: <<Si pensi al San Giuseppe di Isili, dove la sala operatoria è di fatto inutilizzata ed il nuovo reparto di chirurgia attende di entrare in funzione>>. L’auspicio del vicepresidente del parlamentino di via Roma è chiaro: <<E’ il momento di fare una verifica anche in maggioranza sui risultati di queste riforme – conclude Tocco – che hanno decretato la retrocessione della sanità sarda e il fallimento dell’esecutivo. Si prenda atto che l’impianto è da revisionare con un passaggio in commissione. Non vorremmo essere complici di un disastro epocale della sanità isolana, con segnali di insofferenza anche dal personale nelle corsie. Negli ospedali si devono infatti fronteggiare emergenze con un organico sottodimensionato rispetto alle esigenze dei pazienti>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna