NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
19
Wed, Sep
37 Nuovi articoli

Cagliari. Rubiu (Capogruppo Udc in Consiglio Regionale) Area di crisi complessa a Portovesme e dintorni: Nuove opportunità per il Sulcis Iglesiente

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Una nuova chance per la ripresa economica del Sulcis Iglesiente. Una scialuppa di salvataggio che arriva dalle aree di crisi complessa. Per il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu <<E’ un’opportunità unica per le imprese del territorio. Una sfida decisiva per la riconversione dei progetti inglobati nella zona di Portovesme e dintorni>>. La pubblicazione delle schede che aziende italiane ed estere potranno compilare, a partire da venerdì per il distretto sulcitano, per partecipare alla “chiamata” di Invitalia, su richiesta del Mise e della Regione, rappresenta uno strumento da cogliere per il tessuto produttivo locale: <<Si tratta – aggiunge Rubiu, che ha auspicato ulteriori interventi nella commissione attività produttive dell’aula di via Roma – di un provvedimento che potrebbe rivedere le storture del Piano Sulcis. Di certo, si accendono nuove speranze per la rinascita del polo di Portovesme e dintorni. Non è la panacea, ma auspichiamo una ripartenza dell’economia. E’ necessario poi che si applichino misure di compensazione fiscale e semplificazione burocratica a favore delle aziende>>. L’area di crisi industriale complessa comprende i comuni di: Carloforte, Piscinas, Sant'Antioco, Carbonia, Iglesias, Calasetta, Gonnesa, Portoscurto, Predaxius, San Giovanni Suergiu, Tratalias, Buggerru, Domusnovas, Fluminimaggiore, Musei, Villamassargia, Giba, Masainas, Narcao, Nuxis, Santadi, Sant’Anna Arresi, Villaperuccio. Le imprese potranno presentare progetti di valore compresi tra un milione e mezzo e venti milioni di euro. Si va dalla produzione di beni e servizi (inclusa la ricettività turistica) alla tutela ambientale e all’innovazione dei processi industriali: <<I progetti devono essere pronti e cantierabili – conclude Rubiu – Occorre poi una strategia unitaria per rilanciare le prospettive di sviluppo del territorio ricadente nel bacino del lavoro dell’agglomerato industriale di Portovesme e del Sulcis Iglesiente>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna