NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
19
Fri, Oct
53 Nuovi articoli

Calasetta. XXI edizione del “Corteo Storico” per celebrare l'Epopea del popolo tabarchino

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

Dopo quattro anni di pausa, il “Corteo Storico Calasettano” è pronto a fare il suo ritorno in paese. Evento di punta del cartellone delle iniziative estive si svolgerà Domenica 12 agosto alle 21.30 è organizzato dal Comune con la collaborazione della Pro loco e del gruppo locale “Corteo Storico”.

L'imponente manifestazione, che mira a rievocare gli avvenimenti più significativi della storia dei tabarchini, prenderà il via da Piazza Belly con la consueta sfilata in abiti d’epoca attraverso le vie centro.

Un centinaio di figuranti, abbigliati secondo le fogge tipiche dei secoli passati, popoleranno le vie con l’accompagnamento di formazioni d’eccezione come i balestrieri di Iglesias e i tamburini e trombettieri della Sartiglia di Oristano.

«La sfilata si propone di ripercorrere simbolicamente tre secoli salienti della storia del popolo tarbarchino – spiega Remigio Scopelliti, vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Calasetta – il ‘500, il ‘700 e l’inizio ‘800». Non mancheranno quindi figure centrali della grande epopea: il monarca Carlo V, i componenti delle dinastie genovesi come i Lomellini e altri nobili lignaggi come i Grimaldi.

«Dopo quattro anni di pausa – continua Scopelliti – siamo felici che l’evento, nato nel 1987, faccia ritorno nella cittadina: volevamo lanciare un segnale concreto anche in nome del tanto agognato riconoscimento dell’esperienza tabarchina come patrimonio immateriale dell’umanità da parte dell’Unesco, causa che abbiamo abbracciato nel 2010 e che speriamo si concretizzi nel futuro».

Il “Corteo Storico Calasettano”, dopo le presentazioni dei figuranti in Piazza Belly, sfilerà davanti alla Cantina, in via Savoia, via Palestro, via Regina Elena, alla Torre, in via Marconi per poi fare ritorno di fronte al Municipio.

«Al di là della spettacolarità, l’evento è frutto di attenti studi e ricerche documentali – conclude il vicesindaco – siamo certi che residenti e turisti apprezzeranno la storia di questo piccolo paese dalle tradizioni peculiari».

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna