NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Thu, May

Chiesa e cultura. È scomparso a 86 anni il padre gesuita e professore Raimondo Turtas

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

La Chiesa e la cultura sarda piangono il padre gesuita Raimondo Turtas, venuto a mancare il 13 gennaio scorso. Professore associato emerito dell’Università degli Studi di Sassari (1980-2003) in cui ha insegnato Storia della Chiesa è stato anche Assistente ordinario (1971-1980) presso la stessa Università. Ha iniziato i suoi studi a Bitti, dove era nato nel 1931, frequentando in paese le scuole elementari e medie, quindi a Cuglieri presso la Pontificia Università Teologica della Sardegna, a Gallarate nell’Istituto filosofico Aloysianum e a Roma presso la Pontificia Università Gregoriana. A Londra ha frequentato l’Istitute of Historical Research, a Lione la Faculté de théologie, Fourvière. Padre Turtas vanta oltre un centinaio di titoli, tra libri, articoli su riviste specializzate e contributi a convegni o ad opere miscellanee. Ha studiato eventi e problemi della storia della Chiesa in Sardegna dalle origini ai nostri giorni e storia dell’istruzione nell’Isola durante il periodo spagnolo, soprattutto per ciò che riguarda la formazione delle Università di Sassari e di Cagliari. Nasce così la “trilogia” sulla storia dell’Università di Sassari: “La Casa dell’Università. La politica edilizia della Compagnia di Gesù nei decenni di formazione dell'Ateneo sassarese (1562-1632)”; “La nascita dell’università in Sardegna. La politica culturale dei sovrani spagnoli nella formazione degli Atenei di Sassari e di Cagliari (1543-1632)” e “Scuola e Università in Sardegna tra ‘500 e ‘600” rispettivamente del 1986, 1988 e 1994.
Dopo alcuni importanti contributi sulla storia medievale e antica dell’Isola, esce il suo lavoro più importante, “Storia della Chiesa in Sardegna, dalle origini all’età contemporanea”, che con le sue mille pagine, l’originalità della impostazione, la densità della narrazione e degli spunti storiografici è destinata a rimanere a lungo il punto di riferimento fondamentale per gli storici che si occupano della Sardegna e mette l’Isola in una condizione di privilegio rispetto a numerose altre realtà a proposito del tema storico.
Gli anni successivi sono densi di attività di ricerca “a tutto campo”.
Attualmente, su incarico del Rettore, era impegnato nell’edizione di un imponente corpus documentario per la Storia dell’Università di Sassari e nella revisione del suo capolavoro, il volume “Storia della Chiesa in Sardegna, dalle origini all’età contemporanea” che speriamo possa essere pubblicato dagli allievi.

Giulia Loi

Sulcis Iglesiente Oggi