NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Wed, Feb

Posto 4A. Cagliari Milano

Poesie | Novelle | Romanzi
Aspetto
Condividi

 

Il mio. Una donnina piccola completamente vestita di nero è seduta proprio al mio, accanto al finestrino. Mi guarda. I suoi occhi parlano di paura. "Ora mi sposto" dice con le parole ma, non è quello che vuole fare. Lascio che resti dov'è, se può esserle di conforto. Mi siedo al centro. Alla sinistra, lei. Alla destra, un uomo che credo abbia la mia età. Sembra un pochino snob nel suo completo di sartoria grigio e negli accessori firmati. La donna si abbraccia e le unghie diventano bianche tanto è tesa. La gamba destra ritma la sua ansia e si segna due volte frettolosamente, un po" per pudore e credo anche per imbarazzo. In questo modo principio il viaggio per Linate. Penso che la tensione che la signora sente, io non l'ho mai avuta e mentalmente la abbraccio...da madre a figlia. Il viaggio è sereno. Non uno scossone ne sobbalzo. Completo Grigio alla mia destra, dorme. Il respiro è lieve. La bocca aperta. Sorrido. Snob, ma umano. Qualche fila dietro me due famiglie con bimbi alquanto rumorosi. Grigio si sveglia di soprassalto e commenta con una donna in merito alla loro maleducazione. È contrariato. Mi infastidisce. Cacchio!!! Sono bimbi al loro primo volo. Sono emozionati. Stanno vivendo un'avventura. Io cerco frenare l'istinto di farglielo notare e per darmi un tono, leggo.
I bimbi continuano a ridere, piangere e giocare e certamente non lo fanno silenziosamente. Signor Snob si rivolge nuovamente alla donna che presumo essere la sua compagna e chiede: Ma la madre cosa gli fa mangiare polpette con cocaina?
Ora io suppongo stesse facendo il magnifico, tuttavia mi son sentita triste per lui e la sua aridità. Ho pensato alla quantità di umanità presente in quello spazio circoscritto. Gente che condivide la stessa sorte. Gente che ostenta superiorità, gente che esorcizza, gente che osserva dinamiche e le appunta nella mente e facendolo arriva a toccare terra immaginando l'emozione di qualche ora con uno degli amori più grandi della propria esistenza.
Buona vita dolce e cupa signora e buona vita anche a lei Completo Grigio e ricordi di non dimenticare di esser stato bambino prima di essere uomo d'affari

claudia serraClaudia Serra