NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Mon, Nov
58 Nuovi articoli

Locci (fi) disparità di trattamento dei reparti di Cardiochirurgia di Sassari e Cagliari.

Comunicati Stampa
Aspetto
Condividi


In un sistema sanitario “normale”, non condizionato da lotte intestine, non vi sarebbero reparti medici di serie A e di serie B. Invece in Sardegna accade esattamente questo: perché degli unici due reparti di Cardiochirurgia presenti nell’isola (uno a Sassari, presso l’AOU, e l’altro all’Ospedale Brotzu), quello di Sassari riceve un’attenzione politico-amministrativa superiore. Ovvero, personale medico in forze, macchinari all’avanguardia e, in sostanza, dotazioni mediche efficienti e al servizio del paziente. A Cagliari, invece, si respira tutt’altra aria. E come se non bastasse, pare che i pazienti vengano dirottati dal Brotzu verso Sassari, sebbene non ve ne sia motivo.

Una situazione spiacevole cui porre rimedio nel più breve tempo possibile. Perché se siamo soddisfatti del fatto che Sassari venga considerato a ragione un reparto all’avanguardia, funzionale ed efficiente, vorremmo che anche Cagliari potesse raggiungere lo stesso status. Tra l’altro non si capisce la disparità di trattamento, considerato che Cagliari serve tutto il Sud Sardegna e dunque un bacino ben più ampio di quello cui fa riferimento l’AOU di Sassari.

Naturalmente il tutto avviene alla luce del sole (pazienti dirottati a Sassari dal Brotzu, riguardo maggiore verso l’AOU a discapito del Brotzu) e tutti sembrano non accorgersene. Ci auguriamo che l’Assessore regionale alla Sanità prenda atto delle manifeste diseguaglianze e agisca quanto prima per rimediare.

Ignazio Locci
Consigliere regionale Forza Italia Sardegna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Pubblicità