NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
19
Sun, Aug
26 Nuovi articoli

Portovesme. Sider Alloys, nuovo round al Mise. Focus con Calenda su piano industriale, azionariato e mobilità

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi


Il piano industriale di Sider Alloys, la partecipazione azionaria della nuova società, compreso il 5% riservato ai dipendenti, e i tempi per il riavvio dello stabilimento ex Alcoa: sono i punti all'ordine del giorno del tavolo fissato per mercoledì 3 maggio alle 11.30 al ministero dello Sviluppo economico, a Roma, dove siederanno i rappresentanti della multinazionale, Mise, Regione Sardegna, Invitalia, coordinamento del piano Sulcis e sindacati.

In realtà c'è un quarto punto che lo stesso numero uno del Mise, Carlo Calenda, ha aggiunto informalmente su Twitter, rispondendo alla sollecitazione di un sindacalista: gli ammortizzatori sociali. E' a rilento, infatti, l'erogazione per il primo semestre del 2018, e manca la copertura per il secondo semestre che scatterà da luglio. Mercoledì la multinazionale svizzera dovrebbe comunque presentare l'atteso piano industriale. Il condizionale è d'obbligo perché il piano sarà inevitabilmente condizionato dalla modalità di riavvio scelta per lo smelter, e non è detto che le aziende incaricate di verificare gli impianti abbiano già preso una decisione in proposito.

Del resto, Sider Alloys vuole essere sicura dato che l'investimento in campo è considerevole: 136 milioni di euro, di cui 86 di fondi pubblici. Quanto alla partecipazione azionaria, si va verso un 15% di quote Invitalia. In una recente intervista a Repubblica, è stato lo stesso amministratore delegato dell'Agenzia per lo Sviluppo, Domenico Arduri, ad affermare: "gli svizzeri ci hanno sorpreso in positivo e anche per questo stiamo negoziando un intervento temporaneo nel 15% del capitale della nuova società, così come dovrebbe realizzarsi una partecipazione del 5% di un'associazione di lavoratori". Su questo punto, resta da valutare e decidere con quale modalità procedere dopo il sostanziale via libera arrivato dai lavoratori ex Alcoa in assemblea.

ANSA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna