NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Fri, Sep
35 Nuovi articoli

Cagliari. AutodetermiNatzione. Anthony Muroni fa il punto sulle elezioni: il 3 per cento è solo l'inizio di una maratona che ci attende

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

AutodetermiNatzione. Anthony Muroni fa il punto sulle elezioni: il 3 per cento è solo l'inizio di uan maratona che ci attende. «Il nostro è un risultato importante per una lista nata poco più di un mese e mezzo fa. Come abbiamo detto e ripetuto in tante occasioni, questa campagna elettorale per noi è solo il primo chilometro di una maratona appena iniziata». Così il portavoce Anthony Muroni commenta il risultato della prima prova elettorale di AutodetermiNatzione, la lista che mette assieme per la prima volta le storiche sigle indipendentiste e autonomiste isolane. «Per noi le politiche italiane non erano i 100 metri, e nemmeno l’ultimo chilometro della maratona. Per noi era l’inizio di un lungo percorso. Per ora facciamo gli auguri ai 5 stelle. E soprattutto ai sardi».

«La Sardegna ha espresso un plebiscito per il Movimento e, a seguire, per Salvini. I sardi - giustamente arrabbiati con Pd e Forza Italia per i disastri degli ultimi 25 anni - non hanno voluto sentire ragioni. Né riguardo alla consistenza dei candidati grillini delegati a rappresentarci a Roma, né sulla sostanziale inutilità dei voti sardi nel calderone italiano. Infatti, i voti isolani non hanno spostato nulla. E l'Italia sarà sostanzialmente ingovernabile, come abbiamo cercato di spiegare durante la campagna elettorale», prosegue Muroni, «mentre avevamo l’occasione di creare il caso Sardegna».

«Progetto Autodeterminatzione ha costruito un metodo, una rete, una organizzazione, dei gruppi di lavoro. Quello di questo mese è un percorso compiuto soprattutto dai tanti “carrabusi”, come da subito hanno iniziato a chiamarsi i nostri attivisti e supporter. Sono loro la nostra forza. Sono le persone, nella maggior parte dei casi ragazzi, che hanno studiato le problematiche del territorio, che hanno avanzato proposte, che hanno organizzato eventi e chiamato i candidati sul territorio. I candidati e i carrabusi non hanno corso i cento metri ma una maratona. Hanno iniziato con serietà e tenacia il primo chilometro, senza fare compromessi con i partiti italiani, senza vendere i principi, senza indulgere a razzismi e qualunquismi».

AutodetermiNatzione ripartirà dai territori, forte di del risultato ottenuto ieri e della sua voglia di continuare a impegnarsi nella costruzione del "caso Sardegna", sul modello corso e catalano. “Siamo già al lavoro - conclude Muroni - insieme alle migliaia di sardi che ci hanno dato fiducia. E alle altre migliaia che hanno promesso di farcela nel futuro prossimo”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna