NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Fri, Dec
34 Nuovi articoli

Cagliari. Maria Luisa Serra nuova segretaria generale Cisl scuola Sardegna.

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Maria Luisa Serra è la nuova segretaria generale della Cisl Scuola della Sardegna. E’ stata eletta questa mattina dal Consiglio generale regionale di categoria alla presenza di Lena Gissi, segretaria generale della Cisl scuola nazionale, e di Gavino Carta, segretario generale regionale della Cisl Sardegna.
Maria Luisa Serra, segretaria della Cisl Scuola territoriale di Sassari, iscritta alla Cisl sarda dal 1983, insegnante della scuola primaria, sostituisce Maria Luisa Ariu dal 10 ottobre scorso segretaria generale confederale della Cisl nuorese.
“ Il lavoro che attende la segreteria della scuola – ha detto Maria Luisa Serra subito dopo l’elezione – è impegnativo e difficile perchè dobbiamo restituire alla scuola il ruolo strategico che il settore educativo e formativo deve avere in Sardegna per preparare i giovani alle varie sfide che ci attendono, non solamente sul fronte della tecnologia, ma anche su quello dell’innovazione, dell’apertura alla modernità, del dialogo con le altre culture. La scuola ha la funzione strategica di cerniera educativa con la famiglia, mondo del lavoro, associazionismo, sport, Università”.
La scuola sarda è attesa da un impegno severo per recuperare ritardi formativi drammatici. Il primo dei quali è quello della dispersione scolastica, “che da decenni – ha detto Maria Luisa Ariu nella relazione d’apertura – ci vede tristi protagonisti: l’ISTAT ha confermato per la Sardegna il dato peggiore d’Italia: 37,4% contro una media tra il 10% e il 15% delle regioni del Nord. La rivista Tuttoscuola nella rilevazione di inizio novembre ha certificato che la provincia di Grosseto registra il più basso tasso di dispersione ( 10,9%), la provincia di Nuoro il più alto in Italia (42,7%) , seguita da Cagliari e Oristano con il 30%”.
La rilevazione è stata fatta nel centro Sardegna dove dei poco più di 3000 ragazzi entrati nell’anno scolastico 2014-2015 nelle superiori ben 1300 non hanno concluso il ciclo di studi al termine del quinquennio. “ Un fatto terribile che ci deve interpellare e con noi la classe politica sarda”, ha aggiunto Maria Luisa Ariu.
“Questi dati – ha aggiunto Lena Gissi, segretaria generale della Cisl Scuola nazionale – devono mettere in campo sinergie di tutti i tipi per creare le condizioni migliori all’apprendimento dei ragazzi: percorsi formativi individualizzati, laboratori, corsi sperimentali professionali, relazioni tra mondo del lavoro e scuola. Bisogna esplorare ogni possibilità educativa per non abbandonare all’emarginazione giovani che solo la scuola può ricuperare”. La nuova segretaria generale della Cisl Scuola sarà affiancata dalle segretarie Arianna Sabiu e Susanna Serra

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna