NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Tue, Apr
35 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Sottoscritta la convenzione per la riattivazione dello sportello Antiviolenza e Antistalking

Politica Locale
Aspetto
Condividi


Combattere il fenomeno della violenza di genere, attivando misure necessarie per contrastare i maltrattamenti fisici, psicologici ed economici, le molestie e i ricatti a sfondo sessuale, a partire da quello familiare. Promuovere e valorizzare la prevenzione nelle scuole e in tutti gli ambiti sociali nei quali si possa intervenire con azioni di sensibilizzazione. Sono i propositi che animano lo sportello Antiviolenza e Antistalking del Plus di Carbonia, per la cui riattivazione nei giorni scorsi è stata sottoscritta la convenzione tra il Comune di Sant’Antioco (Comune capofila del progetto) e l’associazione “Donne al traguardo”. Lo sportello sarà attivo a Sant’Antioco il venerdì dalle 10.00 alle 14.00, presso la sede dei Servizi Sociali in via Risorgimento 37 (telefono 0781/8030305); e a Carbonia il martedì dalle 15.30 alle 17.30, nella sede dei Servizi Sociali in via XVIII Dicembre (ex tribunale). Si fa presente, inoltre, che è attivo H24 il numero verde 800984434 con segreteria telefonica.
Lo sportello Antiviolenza Antistalking è un progetto condiviso da tutti i 16 Comuni rientranti nell’Ambito Plus Distretto SocioSanitario di Carbonia (Calasetta, Carbonia, Carloforte, Giba, Masainas, Narcao, Nuxis, Portoscuso, Piscinas, San Giovanni Suergiu, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Santadi, Tratalias, Villaperuccio). Gli obiettivi generali sono accogliere, supportare e sostenere i cittadini dei Comuni aderenti vittime di violenza e stalking; pianificare interventi personalizzati di aiuto alla vittima; fornire risposte integrate e complesse al problema della violenza di genere; promuovere una cultura del rispetto e delle pari opportunità; collaborazione tra Enti per far emergere la complessità della violenza, mettendo in discussione gli stereotipi culturali; raccolta e analisi dei dati. «Lo sportello – commenta l’assessore ai Servizi Sociali Eleonora Spiga – assolve ad un compito estremamente importante: offre una mano d’aiuto concreta alle vittime di violenza, tramite consulenze gratuite e specializzate al contrasto della violenza fisica, psicologica e sessuale esercitate sulle donne e su tutti i soggetti deboli. Presupposto di base è la volontà di sostenere e tutelare le donne, troppo spesso vittime di ingiustizia, nell’assoluto rispetto dell’anonimato e della riservatezza».

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna