NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
18
Tue, Dec
33 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Consensi alla delibera approvata dal consiglio sul Piano Sulcis

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Valutazioni unanime sul documento che il consiglio comunale di Sant'Antioco ha approvato a larghissima maggioranza martedì scorso in merito alle opere viabili che il piano Sulcis prevede per Sant'Antioco. Dopo il plauso di Italia Nostra arriva anche il giudizio positivo del gruppo di opposizione consiliare Genti Noa, dei riformatori sardi e della Cisl territoriale. Genti Noa pone l'accento sul superamento degli steccati tra maggioranza e opposizione che ha portato, come non capitava da tempo, ad un pronunciamento a larghissima maggioranza del Consiglio su una questione importante e molto sentita dai cittadini.“La politica prima di tutto è un’assunzione di responsabilità e Genti Noa dai banchi dell’opposizione, si legge nel comunicato, insieme alle altre forze politiche presenti in consiglio comunale ha assunto una decisione di governo, responsabile e nell’esclusivo interesse dei cittadini di Sant’Antioco”. I Riformatori sardi del Sulcis Iglesiente invece plaudono sulla decisione nel suo insieme. “Finalmente una buona notizia per il territorio, scrive il coordinatore Francesco Loi, che ridanno vigore alla necessità di rivedere altri programmi con scelte condivise dal territorio e rimodulare le risorse assegnate. Ora attendiamo che tutti i sindaci e tutti i consigli comunali del Sulcis Iglesiente approvino e sostengano le scelte di S.Anticoco per una più complessiva revisione del Piano Sulcis”. Infine la Cisl territoriale che nel prendere atto della decisione unanime assunta dal Consiglio Comunale di Sant’Antioco chiede che si attivi immediatamente un tavolo tra Regione e amministrazioni comunali interessate auspicando che la stessa strada possa essere seguita dalle altre Amministrazioni interessate auspicando che. “la definizione di quanto chiesto possa essere sancito dalla RAS , scrive il Segretario Generale teritoriale CISL Fabio enne, per rimodulare le risorse per realizzare quelle opere che possano essere veramente utili alle popolazioni sulcitane per un rilancio occupazionale, economico e turistico del territorio”. <Dello stesso tenore il comunicato del circolo cittadino del pd. “Il voto espresso dal consiglio è perfettamente in linea con il documento ufficiale elaborato dal circolo pd antiochense nel quale la segreteria aveva espresso la sua contrarietà in merito alle opere ponte e circonvallazione intese come sperpero di denaro pubblico, si legge nel documento, Confidiamo in una immediata risposta positiva dagli organi regionali che, da oggi, hanno la straordinaria chance di cogliere e trasformare in interventi concreti le reali esigenze espresse da tutta la cittadinanza”.

I comunicati di Genti Noa, Riformatori, Cisl e Pd

Comunicato Genti Noa

Non saprei dire quante volte ciò sia accaduto,ma stavolta il Consiglio Comunale di Sant’Antioco si è pronunciato quasi all’unisono, dimostrando che sulle questioni importanti occorre essere obiettivi ed avere la capacità di superare le contrapposizioni politiche. Non importa che l’opposizione avesse chiesto con specifica mozione questa deliberazione nel mese di luglio, poi a ottobre e infine a Marzo.
La politica è prima di tutto un’assunzione di responsabilità ed oggi, dai banchi dell’opposizione, Genti Noa, insieme alle altre forze politiche presenti in consiglio comunale, ha assunto una decisione di governo, responsabilmente, nell’esclusivo interesse dei cittadini di Sant’Antioco. Il progetto di un ponte e di una circonvallazione, fortemente impattanti dal punto di vista paesaggistico ed ambientale, non avrebbe garantito la possibilità di dare un reale impulso all’economia del territorio. Meglio, allora, un porto polifunzionale dotato di moderni servizi, una laguna dedicata alla sua naturale vocazione e una viabilità rispettosa della nostra città. In questo modo si possano creare le basi per creare nuove opportunità di lavoro e sviluppo a Sant’Antioco. Questo è in sintesi il nuovo indirizzo politico di tutti i rappresentanti degli Antiochensi.
Adesso confidiamo nella capacità di sindaco e assessori di attivare tutti i canali per convincere le amministrazioni competenti a rimodulare le risorse nell’interesse del nostro territorio senza perdere per strada un solo centesimo. La storia, talvolta, si costruisce in un attimo. Speriamo di averlo colto e che non sia troppo tardi!

Comunicato dei Riformatori Sardi del Sulcis Iglesiente

Finalmente una buona notizia per il territorio viene dal consiglio comunale di S.Antioco che ha approvato con 14 voti su 15 le modifiche delle opere infrastrutturali già previste dal Piano Sulcis per l’isola di S.Antioco riguardanti il ponte, la strada per Calasetta il nuovo porto polifunzionale, deliberando quindi di rivedere le scelte del Piano Sulcis e conseguentemente la rimodulazione delle risorse da impiegare. Queste scelte di Sant'Antioco, che coincidono con le proposte del coordinamento dei Riformatori Sardi del Sulcis Iglesiente sulla revisione più complessiva del Piano Sulcis, ridanno vigore alla necessità di rivedere altri programmi con scelte condivise dal territorio e di rimodulare conseguentemente le risorse assegnate. Ora attendiamo che tutti i sindaci e quindi tutti i consigli comunali del Sulcis Iglesiente approvino e sostengano le scelte di S.Anticoco e decidano per una più complessiva revisione del Piano Sulcis in favore di scelte condivise nel territorio e naturalmente per la rimodulazione delle risorse da impiegare. Il coordinatore Francesco Loi.

Nota stampa Cisl territoriale Carbonia Iglesias

Fabio Enne segretario UST Cisl Sulcis Iglesiente, nel prendere atto della decisione unanime assunta a larga maggioranza dal Consiglio Comunale di Sant’Antioco di chiedere la revoca della progettazione del nuovo viadotto di collegamento di accesso all'isola, chiamato Ponte Alto e circonvallazione, proponendo invece la rimodulazione del finanziamento per la manutenzione e ammodernamento dell’attuale ponte, la realizzazione di una circonvallazione meno impattante e la realizzazione un porto polifunzionale sul Golfo di Palmas;
chiede che si attivi immediatamente un tavolo tra Regione e amministrazioni comunali interessate.
Una scelta, condivisa dalla CISL, che sancisce il fattivo lavoro svolto da tutte le forze politiche di maggioranza e minoranza presenti nel Consiglio comunale e dal Comitato spontaneo cittadino.
Il segretario UST del Sulcis Iglesiente Fabio Enne, auspicando che la stessa strada possa essere seguita dalle altre Amministrazioni interessate, è certo, o perlomeno auspica, che la definizione di quanto chiesto possa essere sancito dalla RAS per passare dalla rimodulazione delle risorse alla realizzazione di quelle opere che possano essere veramente utili alle popolazioni sulcitane per un rilancio occupazionale, economico e turistico del territorio.
Il Segretario Generale CISL S.I. Fabio Enne

Comunicato circolo pd isola di Sant’Antioco

Il circolo pd isola di Sant’Antioco si esprime positivamente in merito alla deliberazione del Consiglio comunale avvenuta in data 6 marzo 2018 avente oggetto modifica piano infrastrutturale di Sant’Antioco-opere ponte e circonvallazione. In tale sede il consiglio comunale, nella sua quasi totalità ha espresso parere contrario in merito alla realizzazione di tali opere come dannose per la città, e si fa promotore di un nuovo atto di indirizzo da trasmettere agli organi regionali in modo che le somme a disposizione vengano spese interamente al fine realizzare interventi che abbiano come risultato un reale e concreto sviluppo del citta’ e del territorio.Il voto espresso dal consiglio è perfettamente in linea con il documento ufficiale elaborato dal circolo pd antiochense nel mese di gennaio 2018, nel quale la segreteria aveva espresso la sua contrarieta’ in merito alle opere ponte e circonvallazione intese come sperpero di denaro pubblico,auspicando una rimodulazione di tali risorse per realizzare opere che portino sviluppo e ripresa economica della città. Confidiamo in una immediata risposta positiva dagli organi regionali che, da oggi, hanno la straordinaria chance di cogliere e trasformare in interventi concreti le reali esigenze espresse da tutta la cittadinanza.
Il segretario cittadino Monica Fois
Il vice segretario addetto alla comunicazione Filippo Mura

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna