NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Tue, Nov
53 Nuovi articoli

Sant'Antioco. L'area del “lido” ritorna ad essere luogo vivibile e di aggregazione

Politica Locale
Aspetto
Condividi

 


Una mareggiata lo scorso inverno aveva distrutto i pontili utilizzati dai pescatori mentre l'incuria del tempo avevano ridotto il tratto nei pressi dei cantieri navali del lungomare Cristoforo Colombo, conosciuta come “Il Lido”, a Sant'Antioco in una brutta cartolina per la città. Dopo anni di degrado con la rimozione dei rifiuti da qualche giorno le aree del lido nel lungomare Cristoforo Colombo sono ritornate ad essere fruibili e di aggregazione. Un luogo ideale, atteso da anni, dove poter prolungare le passeggiate salutari in riva al mare. L'operazione di recupero urbano è stata avviata dalla nuova amministrazione comunale in concerto con l’ufficio tecnico comunale, gli assessorati competenti e l’ssociazione Marinai d’Italia, che ha rinunciato alla concessione demaniale, che hanno individuato la migliore soluzione per chiudere la vicenda. <Il lido finalmente ritorna alla collettività – spiega il sindaco Ignazio Locci- dopo l'eliminazione dei detriti, dei vecchi pontili ormai distrutti e della rete metallica che delimitava la zona per ragioni di sicurezza>. Dopo il recupero l'area per il momento rimarrà il naturale prolungamento dell'attuale passeggiata del lungomare. <Ma ci auguriamo che arrivino proposte di privati per la sua valorizzazione- conclude il Sindaco- È solo l’inizio, questa operazione non è solo una banale pulizia ma il simbolo di una azione volta a restituire dignità al lungomare>. Tanti anni fa la zona era chiamata “Il Lido”. Vi era stata realizzata una spiaggia privata che era frequentatissima durante l'estate e dove le ferrovie del Sulcis avevano istituito una fermata straordinaria del “treno dei bagnanti” che per tutta la stagione estiva trasportava con convogli “straordinari”, che partivano da Iglesias per Calasetta, migliaia di persone.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna