NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Tue, Nov
53 Nuovi articoli

Carbonia. L’amministrazione comunale taglia la rassegna di teatro e danza del Cedac: le risorse saranno indirizzate alle manifestazione per l’80° della fondazione

g
Politica Locale
Aspetto
Condividi

“Arrivederci”. Come nella celebre canzone di Umberto Bindi, l’amministrazione comunale di Carbonia saluta il Cedac e dà appuntamento al 2019. Niente rassegna teatrale, niente danza, per il prossimo anno: la giunta, in vista dell’ottantesimo genetliaco della città, ha deciso di concentrare le risorse sull’appuntamento del 18 dicembre 2018. Un taglio clamoroso, nella città che, dalla riapertura del Teatro Centrale, non ha mai mancato una stagione e che, secondo i borderò SIAE, dopo Cagliari e Sassari, è la piazza più affezionata ai cartelloni del Circuito Teatrale Regionale. La decisione è scaturita nei giorni scorsi, quando sembrava che, dopo i consueti conciliaboli fra il Cedac e l’amministrazione comunale, si potesse arrivare a un accordo per una proposta di cinque spettacoli di prosa e due di danza, fra gennaio e aprile. L’organizzazione del circuito, ad ogni modo, ha chiesto all’assessorato comunale alla Cultura e Spettacolo, il 13 ottobre scorso, una conferma del finanziamento per la rassegna, per quanto è dato sapere ammontante a 24 mila euro. La risposta dell’assessore Sabrina Sabiu è stata chiara: «Abbiamo valutato con il sindaco la vostra proposta per il 2018: per noi questo è un anno particolare, in quanto la città compie ottant'anni e abbiamo l'esigenza di avere eventi strutturati su questa celebrazione, pertanto vogliamo una stagione teatrale più mirata e costruita in tal senso. Potremo quindi riprendere la collaborazione con la vostra organizzazione nel 2019». Una brutta notizia, per gli appassionati di teatro e danza, in particolare per i tanti abbonati – 250 a stagione – che provengono anche dal territorio. È chiaro che l’idea di vedere concentrata un’attività culturale in un tempo lontano quattordici mesi, lasciando deserta tutta la stagione invernale e primaverile, potrebbe non riscuotere esattamente i favori di quei cittadini che da anni riempiono le poltrone del Teatro Centrale. Forse non tutto è perduto, visto che il cartellone prevedrebbe l’esordio a gennaio: ma se qualcuno pensasse di far cambiare idea all’amministrazione comunale, sarebbe bene che battesse un colpo nelle prossime ore. La conferenza stampa di presentazione dei diversi programmi del Circuito Regionale si terrà infatti, a Cagliari, il 24 ottobre prossimo.

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna