NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Sat, Nov
30 Nuovi articoli

Cagliari. XXXI edizione del Salone internazionale del libro di Torino

Cultura
Aspetto
Condividi


salone libro torinoNei giorni scorsi ha preso il via la XXXI edizione del Salone internazionale del libro di Torino. Lo stand Sardegna è stato inaugurato dall'assessore Regionale della Cultura, Giuseppe Dessena, una delegazione dell'assessorato al Turismo e di Laore. I lavori sono entrati subito nel vivo con la presentazione di tre titoli.

Ultimo, ma non ultimo, il giovanissimo Matteo Porru che ha spiegato come il suo “Quando sarai grande”(editore Alessandro Cocco a cure d Edizioni La Terza) sia il suo libro più complesso, frutto di un'esperienza

EDITORI. L'Aes conferma la sua presenza a distanza di oltre trent’anni dalla prima partecipazione e l’ho fatto portando editore associati e non in fiera", ha detto Simonetta Castia, presidente dell'Aes, associazione editori sardi. "Editori che così hanno avuto la possibilità di partecipare, di essere presenti alla più grande vetrina dell’editoria italiana e di promuoversi attraverso le opere che rispondono al tema generale del Salone "Un giorno tutto questo". Un tema è una partecipazione che per la Castia vuole creare un ponte tra l'Isola e il mondo per "far sì che la diversità culturale della nostra terra, i suoi paesaggi, le nostre tradizioni e la sua arte possano incontrare il favore del pubblico così numeroso già dal primo giorno qui a Torino".
Anche Simonetta Castia, a nome di tutta la delegazione sarda a Torino e di tutti i sardi, ha voluto dedicare la partecipazione della Sardegna al Salone del libro a Manlio Brigaglia, storico, accademico, giornalista e soprattutto "facitore di libri" come amava definirsi, venuto a mancare proprio oggi. «Un grave lutto per tutta l'Isola».

SARDEGNA E CINEMA. Stasera, per il Salone Off, al cinema Massimo, alle ore 20.30 è previsto l'evento VISIONI SARDE: Corti di Sardegna. Proiezione dei cortometraggi “A casa mia” di Mario Piredda, vincitore del David di Donatello 2017; “Futuro Prossimo” di Salvatore Mereu, in selezione speciale ai Nastri d’Argento 2018, premio speciale della Giuria Visioni Sarde 2018 e ancora “L’ultimo miracolo” di Enrico Pau, in selezione ai Nastri d’Argento 2018.
Seguirà un dibattito sul cinema sardo alla presenza dell’assessore della Cultura Giuseppe Dessena, la Presidente della FASI Serafina Mascia, e i registi Mario Piredda, Salvatore Mereu ed Enrico Pau. A coordinare i lavori Paolo Serra, responsabile regionale dei Centri Servizi Culturali Umanitaria Sardegna.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna