NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Fri, Oct
34 Nuovi articoli

Sant'Antioco. "E poi ho visto un gabbiano" Appuntamento musicale in ricordo dello scultore Gianni Salidu

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

Nell’ambito della XVIII edizione de “Il mare che tutto unisce”, la manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Sant’Antioco abbraccia il mare”, sabato 19 settembre alle 21.30, presso il MAB Museo archeologico Ferruccio Barreca di Sant’Antioco, “L’Officina Acustica terrà un concerto in ricordo dell’artista antiochense Gianni Salidu.

officina acustica


"Tutto il Rock'n'Roll da Elvis fino ai giorni nostri..." Così potremmo riassumere l' OFFICINA ACUSTICA, una band in set "elettro-acustico" dai suoi caldi e ritmati, con una scaletta tutta rock'n'roll, a partire dal "re" Elvis per farvi scatenare e ballare.

Dagli anni 70 ad oggi tutto rivisitato in chiava acustica senza perdere la grinta e la carica originale, pronti a farvi scatenare in sala. AC/DC, Rolling Stones per toccare i Beatles, Guns'n'Roses e gli intramontabili Queen, i miti Doors e Led Zeppelin fino ai contemporanei WhiteSnake.

Un frontman travolgente e carismatico dalla grande voce e presenza scenica, le chitarre acustiche belle cariche condite da una ritmica affiatata e di grande esperienza, il tutto mixato fà si che lo spettacolo vi coinvolgerà e trascinerà fino alla fine.

GIORDANO ADORNATO [vox] - CLAUDIO FRESU [drum, vox] - FERNANDO DE LUCA [bass] - ENRICO MELONI [acoustic guitar, vox] - PAOLO BORTOLUSSI [acoustic guitar, vox]

Gianni Salidu

Gianni Salidu è nato nell'omonima città dell'isola di Sant'Antioco nel 1941 dove ha sempre vissuto esclusa una parentisi di alcuni anni come emigrato in Francia. Dopo essere rientrato a Snt'Antioco inizia da autodidatta la sua attività artistica traendo dalla sua isola ispirazione per le proprie opere, realizzando i suoi primi lavori in legno per poi passare alla pietra e proseguire poi con la lavorazione di entrambe dedicando a tempo pieno alla ricerca e alla creazione delle sue opere e trasmettere la sua arte ai ragazzi delle scuole medie dell'isola. Nell'Agosto del 1982 si presenta al pubblico con la sua prima personale tenuta a Sant’Antioco. Dal 1986 inizio ad esporre le sue opere oltre Tirreno: Fiorano Modenese (MO) - Lacchiarella (MI) e, nel 1990 nel centro CIAS Club dell’UNESCO a Roma, Nel 1984 Allestimento del presepe artistico a Sant’Antioco in un ipogeo punico dove con apopuntamento biennale prosegue ancora grazie alla moglie Pinella Bullegas. Nel 1991 ha inizio la collaborazione con la cooperativa Monte Meana per l’allestimento del presepe artistico anche nella grotta calcarea di Is zuddas a Santadi tutt'ora allestito in perioco natalizio. L’appuntamento artistico di fine anno in grotta è imperniato ancora oggi sulla natività, di cui l’artista vanta diverse opere, che che annualmente viene rinnovata· Nel 1993 partecipa al primo simposio di scultura che perpetuerà ogni anno ad un simposio in diverse cit. Alcuni a Sant’Antioco, altri a Cortoghiana, Ittiri, Jerzu etc…. Ogni anno, nel mese di agosto, allestisce una personale a Sant’Antioco che comprende anche il corteo in mare sino all'isola della Vacca dove è murata in una grotta a 15 metri di profondità la statua della sirena, scopita da Gianni salidu in ricordo di tutti coloro che hanno perso la vita in mare. Manifestazione ancora rinnovata ogni anno dopo la sua scomparsa dall'associazione "Sant'Antioco Abbraccia il Mare". Un artista che dell'arte della scultura ne aveva fatto un linguaggio che gli consentiva di esprimere tutto ciò che non si può trasmettere con le parole.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna