NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Thu, Jan
25 Nuovi articoli

Sant'Antioco. In aula consiliare sabato 21 dicembre presentazione libro “Il Profumo della Storia”

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

“Il Profumo della Storia. Sardegna Sud-Occidentale nel XVIII e XIX secolo”. Ovvero le circostanze storiche della nascente comunità isolana di Sant’Antioco che ispirarono il romanzo “Il Profumo del Ginepro”, scritto dal Paolo Balia, professore di Lettere antiochense venuto recentemente a mancare. Il libro, la cui copertina raffigura l’assalto dei corsari barbareschi al forte di “Ponti Mannu” che si trovava nell’area dove sorge l’attuale edifico della Capitaneria di porto di Sant’Antioco, verrà presentato nell’aula consiliare di Sant’Antioco sabato 21 dicembre, alle 17.30. Interverranno il Sindaco Ignazio Locci,  lo scrittore Giacomo Mameli e il Presidente dell’Associazione “Il Profumo della Storia” Dario Siddi. Saranno inoltre presenti gli autori del testo, trattandosi di un lavoro scritto a più mani: Onorino Strina, Giovannino Sedda,  Giuseppe Mura, Marco Massa, Mario Marroccu.
L’evento è organizzato dall’Associazione “Il Profumo della Storia” con la collaborazione del Comune di Sant’Antioco e della Fondazione di Sardegna.
Come scrive Dario Siddi nella presentazione del testo, “le vicende storiche, lucidamente illustrate dagli autori in questo volume, sono l’intelaiatura, la cornice entro la quale fluiscono placidamente, ma il più delle volte ribollono, le microstorie dei protagonisti veri, quei popolani anonimi che vivono nel sangue e nella carne le conseguenze delle decisioni di quelle entità istituzionali: il Regno sabaudo, la Chiesa e i suoi Ordini, l’esosa aristocrazia di stampo feudale. Se a questo si aggiungono terribili eventi come gli anni di siccità e carestia, un’epidemia di vaiolo, le incursioni dei pirati tunisini, lo scontro infinito tra i pescatori e gli avidi padroni delle lagune, la annosa querelle con la Diocesi di Iglesias circa il diritto al possesso delle reliquie e dell’effige del Santo Patrono, sfociata in rivolta popolare, alcuni atroci delitti, viene da chiedersi come quella piccola comunità abbia potuto resistere oltre mezzo secolo di durissime vicende, dove abbia trovato la forza per ricostruire ogni volta il tessuto sociale devastato da tragedie di così immani dimensioni”.  «L’Amministrazione Comunale di Sant’Antioco – commenta Rosalba Cossu, Consigliere Comunale con delega alla Cultura – esprime la sua stima per gli autori di questa opera di promozione culturale e invita la cittadinanza a partecipare a questo importante evento culturale e divulgativo, nonché alla lettura del romanzo storico di Paolo Balia e del testo di ricerca storica”Il Profumo della Storia».

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna