NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
18
Mon, Nov
32 Nuovi articoli

Villaperuccio. La rassegna fotografica “Look at the world” ha fatto tappa nel Basso Sulcis.

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

Si è conclusa la scorso 13 ottobre la mostra “Look at world” organizzata dal gruppo di fotografi internazionale “Welcome in passione foto” con il patrocinio del Comune di Villaperuccio e la collaborazione della Pro Loco e dell’Auser. Si tratta di una rassegna fotografica itinerante iniziata nello scorso mese di aprile a Taranto che dopo aver fatto tappa in diverse città in Italia e all’estero (tra cui anche Dublino e Marsiglia) si è fermata nel piccolo centro del Basso Sulcis.

Soddisfatto per l’iniziativa il sindaco Antonello Pirosu che inaugurando la mostra ha ringraziato il gruppo “Welcome in passione foto” per aver voluto dedicare una particolare attenzione alla comunità che rappresenta. In seguito è intervenuto il referente locale del gruppo organizzatore Giorgio Zedda, che dopo aver brevemente descritto il gruppo (composto da oltre 60 membri attivi, tra fotoamatori e professionisti, in Italia e in Europa), ha spiegato che l'intento principale è quello di coniugare la passione per la fotografia con la solidarietà. In questo caso il ricavato delle vendite delle opere esposte sarà devoluto all’associazione Falanthra di Taranto, di cui era presente anche il presidente Cesare Natale, che sviluppa il progetto “Apiù” volto a sostenere le famiglie dei sofferenti del morbo di Alzheimer. Zedda ha concluso augurandosi che la mostra possa essere un seme gettato per aprire un nuovo discorso volto a valorizzare meglio l’immenso patrimonio culturale materiale e immateriale del territorio utilizzando la fotografia come mezzo di diffusione.

In “Look to the world” veniva presentato appunto il punto di vista sul mondo di 31 membri del gruppo. Dunque i visitatori, durante i tre giorni dell’esposizione allestita nei locali della ex scuola media, hanno potuto ammirare oltre 60 fotografie. Tra queste spiccavano i paesaggi del romano Paolo Cimia, delle sarde Loredana Locci e Paola Tuveri. Molto interessanti i volti proposti dalla pugliese Tiziana Ruggero e i ritratti di Gloria Musa. Particolarmente toccanti alcune scene riprese in teatri di guerra dal compianto Roberto Galante. Hanno avuto notevole attenzione alcune immagini estratte dalla serie “Scars of life” (cicatrici di vita), un progetto del cagliaritano Daniele Deriu che ha già riscosso un notevole successo a livello internazionale.

Oltra alla mostra è stato particolarmente interessante il workshop che si è svolto la domenica mattina, grazie alla disponibilità di alcuni residenti che per l’occasione hanno accettato di farsi fotografare indossando gli abiti tradizionali.

“Welcome in passione foto” ha in programma nel prossimo dicembre di allestire una nuova mostra dal titolo “Souvenir d’Italie” che sarà ospitata nella sala dedicata ad Altiero Spinelli presso una della sedi del Parlamento Europeo. Dunque è possibile che anche qualche immagine rappresentativa del nostro territorio possa essere ammirata in un prossimo futuro in quel di Bruxelles.

Roberto Pinna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna