NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Mon, May
38 Nuovi articoli

Teatro. Proseguono le rappresentazioni di “Anime Resilienti”, lavoro sulla memoria dell’Olocausto del Teatro del Sottosuolo e Botti du Shcoggiu

Spettacolo
Aspetto
Condividi

Il Teatro del Sottosuolo e i Botti du Shcoggiu insieme per il progetto dedicato alle Giornate della Memoria, “Anime Resilienti”. «Due vite – così i promotori illustrano il lavoro – travolte dal grande sterminio dell’Olocausto. Modesto Melis, sardo, nato a Gairo, vissuto e morto a Carbonia nel 2017, deportato a Mauthausen con l’accusa di collaborare con i partigiani. Non morirà nel campo di concentramento e dedicherà la sua vita a raccontare ai giovani la sua esperienza di sopravvissuto. Etty Hillesum ebrea olandese, aveva trent’anni quando è morta ad Auschwitz nel 1943. Ha lasciato un Diario che hanno pubblicato solo nel 1981. Erano pagine scandalose perché parlavano di pace, amore e di perdono. Due storie e molte differenze, come dice Etty Hillesum, “… se si va tra la gente, ci si rende conto che là dove ci sono gli uomini c’è anche vita e che questa vici si ripresenta nelle sue mille sfumature, con un sorriso e con una lacrima”.

Anime ResilientiPur condividendo il destino comune Etty e Modesto riportano emozioni differenti ma raccontano a noi tutti, perché hanno preso la loro storia sulle spalle e l’hanno condivisa con il maggior numero di persone possibile. Era un loro talento».

Sul palcoscenico Chiara Giuliani, Sabrina Barlini e Susanna Mannelli, regia di Susanna Mannelli. Musiche e canti a cura di Angelina Figus con la partecipazione del Coro del Centro Studi Musicali di Carbonia.
Lo spettacolo, realizzato con il contributo della regione, è stato rappresento il 24 febbraio a Carloforte al Teatro Mutua per le scuole medie e superiori, in collaborazione e con il patrocinio del comune; replicherà domani ad Iglesias, al Teatro Electra alle ore 19 ingresso gratuito, in collaborazione e con il patrocinio del comune; il 29 febbraio sarà invece ad Assemini, al Teatro del Centro Giovani, in corso Europa alle ore 20, con ingresso gratuito, in collaborazione e con il patrocinio del comune; il 30 febbraio verrà rappresentato all’Istituto IPIA di Sant’Antioco in collaborazione con l’Istituto IPIA “Emanuela Loi” di Sant’Antioco e Carbonia.

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna