NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Wed, Aug
32 Nuovi articoli

Cala Gonone. XXX Edizione Cala Gonone Jazz Festival 2017, Apre il sipario la seconda settimana

Spettacolo
Aspetto
Condividi


Riprende venerdì 28 la programmazione di questo 30esimo Cala Gonone Jazz Festival, quando per l’aperitivo all’Acquario alle 19,00 ci attenderanno gli Elva Lutza, la formazione in due di chitarra e tromba a cui l’associazione è particolarmente affezionata dopo i due spettacoli per la kermesse di Animanera Mediterranea con Ester Formosa nel 2013 e Renat Sette nel 2016. Al Teatro Comunale, dalle 22,00 un’altra giovane new entry del Cala Gonone Jazz Festival, la voce soul (ex Incognito) Tony Momrelle.
È uno dei musicisti di Soul più emozionanti e significativi della scena britannica moderna, stato definito dalla prestigiosa testata The Guardian come lo Stevie Wonder del XXI secolo.
Alle Grotte del Bue Marino, sabato 29, alle 11,30 tornano gioiosi i ritmi griot di Baba Sissoko, ormai legatissimo a questo luogo incantato.
Il polistrumentista maliano si era lasciato ispirare da ogni piccola sfumatura del suono ottenendo in questo modo la partecipazione degli spettatori, tra cui anche alcuni bambini con cui ha condiviso canti e grandi sorrisi. Sissoko, oltre ai suoi inseparabili Tama e il Ngoni, arriva accompagnato dalla figlia Djana.
La leggerezza del momento clou della giornata, quello delle degustazioni all’Acquario alle 19,00, s’incontra con i ritmi incalzanti, irriverenti ed emozionanti della performance dell’attore Jacopo Cullin insieme a Francesco Abate in “Bellepòc e s’Arrevesciu” che prende spunto dal libro di viaggio “Mare e Sardegna” dello scrittore D.H. Lawrence, una mise-en-scène in cui l’opera si trasforma in un racconto di iperbole generato da dicerie e leggende.
In questa penultima serata al Teatro Comunale, a partire dalle 22,00, sul palco saliranno Leszek Możdżer, Lars Danielsson e Zohar Fresco
Infatuatosi sin dalla sua prima volta a Cala Gonone, il pianista Leszek Możdżer non è voluto mancare per il trentesimo anno del festival e ci omaggia con trio completato da Danielsson al violoncello e Fresco alle percussioni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna