NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
22
Wed, Aug
25 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Festa don Bosco. Domenica 28 gennaio 2018 si è tenuto un convegno sulla fragilità giovanile

Ritagli
Aspetto
Condividi

01 29 convegno minoriPer discutere ed approfondire il fenomeno del disagio giovanile  domenica scorsa  a Sant'Antioco nel salone dedicato a don Bosco nella parrocchia di nostra Signora di Bonaria si è tenuta una conferenza dal titolo “I super eroi fragili”, moderata da Stefano Garau ex addetto stampa del Comune. Gli adolescenti di oggi sono infatti sempre più “supereroi fragili”: all'apparenza forti e invincibili, nascondono insicurezze, debolezze e vulnerabilità che spesso non consentono loro di gestire in modo efficace e funzionale quella carica di energia turbolenta che li travolge. Alla luce dei recenti contributi provenienti dalla ricerca scientifica ne hanno discusso davanti ad una folta presenza di genitori, autorità civili, militari ed associazioni di volontariato tra cui “Sardegna solidale”. Il suo presidente Giampiero Sardu, concludendo i lavori ha sostenuto convintamente come il mondo del volontariato sia la chiave per avere un “mondo migliore”. Ugo Bressanello presidente dell'Associazione Domus de Luna che svolge un attività  di assistenza con punti di accoglienza per madri e bambini che nel suo intervento ha illustrato l'impegno dall'associazione per il sociale. Ha partecipato anche la Dottoressa Valentina Borgia dell'Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Cagliari Dipartimento Giustizia minorile. Nel suo intervento ha illustrato l'aggravarsi della situazione di disagio dei giovani sottolineando come gli interventi che qualche anno fa riguardavano situazini di adolescenti sedicenni oggi invece si sta attestando sui 13 anni. Interessante anche l'intervento dell'assessore comunale ai servizi sociali Eleonora Spiga che ha posto l'attenzione su istituzioni  e famiglia che deve essere il fulcro dove l'adolescente deve crescere ed essere formato. L'intervento del comandante della caserma carabinieri di Calasetta  ha spiegato invece come gli uomini dell'arma siano in prima linea su queste emergenze attuando una specie di “formula amicizia” con l'intento di prevenire ma anche  di far capire ai giovani dove sbagliano. Infine don Giulio Corongiu, animatore dell'oratorio che ha organizzato il convegno, che ha spiegato attività, finalità ed obbiettivi dell'oratorio. <la miglior preghiera -ha detto- è quella di darsi agli altri creando così le condizioni per superare queste problematiche>.  Il convegno,  inserito nei festeggiamenti in onore di Don Bosco, ha visto lo svolgimento di incontri religiosi, lo spettacolo di magia con Alfredo Barrago  e una grande festa in maschera .

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna