NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Fri, Nov
59 Nuovi articoli

Sant’Antioco. Turisti stupiti dalle bellezze e opportunità dell'Isola sulcitana. (Sant’Antioco. Turistas ispantaus)

Ritagli
Aspetto
Condividi

Nel mese di Settembre e Ottobre le strutture ricettive dell’Isola di Sant’Antioco hanno registrato numerosi check-in per target culturale-sportivo di provenienza perlopiù estera.
Ideale clima per chi è abituato a temperature fredde, tutta l’isola offre da sempre, ancora sino ai primi di Novembre, delle giornate di sole di tutto rispetto, se si considerano i repentini abbassamenti di temperatura e le intemperie nelle altre parti della Sardegna.
Sembra che l’isola abbia un clima tutto suo, come un’oasi paradisiaca pronta ad accogliere tutto l’anno, e se per gli abitanti è ancora “normale” farsi qualche tuffo in questi giorni, per chi viene da latitudini diverse è una occasione imperdibile fare altrettanto.
A dare soddisfazione a questi target ad ogni modo, sono scenari mediterranei costieri e dell’entroterra, spesso praticati con mountain-bike e trekking; scenari archeologici immersi nel verde e panorami mozzafiato, tutto collegato al centro storico, autentico polo d’attrazione sia col tempo incerto che in giornate ottimali.
Segnali positivi che ogni anno stanno arrivando sempre più e che bisogna captare con scaltrezza da località turistica. (red)


Sant’Antioco. Turistas ispantaus.

In is mesis de Cabudanni e Ladàmini is albergus ant arregistrau medas check-in de genti culturali-isportiva dae in foras in s’ìsula de Sant’Antiogu.
Clima ideali po chini est abituau a su frius, s’ìsula donat ocasioni de meda tempus, fìncias po is primus dies de DonniasantiI de agatai dies de soli bellu, si fadeus contu de su frius chi est arribendi in totu Sardìgnia.
Parit chi s’ìsula tengat unu clima ispetziali, a cumenti un’òasi de su paradisu, pronta a portai genti meda totu s’annu. Si po chini nci bivit est una cosa “normali” a si nci scuri incora a mari, po chini bennit de àteras zonas est una ocasioni de non perdi.
A donai prexeri a custa genti de in foras a d’onnia manera funt is logus de sa costa e a su centru puru, bisitaus cun mountain-bike e trekking; zonas archeològicas aintru de su birdi de sa vegetatzioni mediterrànea cun bistas de ispantu, totu collegau a su centru istòricu, bellu meda chi nci siat tempu mau o tempu bonu.
Signalis positivus chi d’onnia annu arribant sempri de prus, e chi tocat a ligi cumente localidadi turìstica scira.

Pietro Marroccu

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna