NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Sat, Apr
36 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Da nove anni il Comune ha bandito piatti, posate e cannucce di plastica nelle sagre

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


Lo Stato si appresta a dichiarare guerra alla plastica. Amministrazioni comunali della Sardegna varano ordinanze . Il Comune di Sant'Antioco ha già provveduto.. Ha aperto lo stato di belligeranza contro il loro uso già nove anni fa. stoviglie plasticaEra infatti il 2010 quando l'allora sindaco Mario Corongiu, su proposta dell'assessore all'ambiente in carica Massimo Melis, ha firmato un'ordinanza che vietava la vendita dei sacchetti di plastica negli esercizi pubblici pena la sospensione della licenza commerciale ed il divieto dell'uso di contenitori, stoviglie monouso e cannucce di plastica per il consumo di cibi e bevande durante le sagre. <E' di grande conforto avere visto lontano già un decennio fa su questa emergenza che oggi sta diventando preoccupante- commenta Massimo Melis- ed abbiamo agito per il bene dei cittadini e dell'ambiente>. Da allora l'ordinanza non è stata mai abrogata o variata per cui è in vigore ancora oggi. <Una decisione assolutamente meritoria –osserva l'attuale sindaco Ignazio Locci- che viene sempre applicata grazie alla collaborazione dei cittadini e delle associazioni che propongono degustazioni di cibi e bevande durante le sagre>. Un'ordinanza che andò in vigore subito anche se con qualche malumore per il fatto che il costo delle stoviglie compostabili fosse maggiore a quelle di plastica. <per venire in aiuto ai commercianti – ricorda Massimo Melis – venne concessa una deroga di qualche mese affinchè terminassero le scorte di magazzino>. A dare un giro di vite e reiterare l'ordinanza è stato nel 2016 l'assessore all'ambiente Pasquale Renna nell'operazione rilancio della raccolta differenziata. <ho chiesto ed ottenuto con la festa estiva di San Pietro che si celebra alla Marina con la degustazione del pesce fritto – ricorda Pasquale Renna ancora oggi consigliere delegato all'ambiente- si usassero solo stoviglie compostabili. Da anni poi anche le scuole per i pasti delle mense scolatiche – conlude Renna– usano per contratto stoviglie bio degradabili>. <Da quando è stata emanata ci siamo adeguati per oservarla- racconta il presidente della Pro Loco Giovanni Baghino- così durante le sagre che organiziamo, per servire arrosti e bevande, usiamo solo stoviglie ammesse dalla legge>. Così anche le altre associazioni che operano in città e che propongono eventi di promozione turistica. <raccomandiamo sempre a tutti gli espositori –afferma Gianni Esu, presidente del Ccn- di utilizzare solo stoviglie biodegradabili>. <Ormai è da anni che usiamo questo tipo di stoviglie - spiega Pierluigia Troncia, componente del comitato Sagra San Pietro- oltre comprarle ormai le regalano anche le aziende sponsor della festa>. Oggi questo tipo di stoviglie si possono trovare in vendita anche nei grandi market. <vendiamo sia le stoviglie compostabili che quelle di plastica- dice Pierpaolo Porcu, un responsabile di un market cittadino- le prime per gli eventi pubblici e le altre per uso domestico>. Così da anni il Comune di Sant'Antioco, premiando il riciclo, ha rappresentato una sorta di avanguardia nella lotta alla plastica e alla raccolta indiferenziata.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna