NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Sun, Oct
51 Nuovi articoli

Piscinas. (Art. 1) Solidarieta’ e sostegno pieno ai lavoratori della Polar. L’assessore all’industria incontri i rappresentanti sindacali.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Solidarietà e sostegno pieno di Articolo 1 ai lavoratori della Polar. L’assessore all’industria incontri i rappresentanti sindacali.E’ di ieri la notizia dell’ennesimo atto di prepotenza della Polar di Piscinas, con la lettera di licenziamento, con decorrenza immediata, per tre lavoratori.
Questo si rivela essere l’ennesimo atto di arroganza di una azienda che, prendendo in mano un bene del territorio, con le sue azioni finalizzate al suo solo profitto sta distruggendo una collettività.
Dal 2015 infatti ha proceduto, conseguentemente ad uno sciopero, con licenziamenti, cassaintegrazioni e trasferimenti nei confronti di 13 lavoratori. Dopo quei licenziamenti ci sono stati dei processi e cause giuridiche che i lavoratori hanno vinto, con il loro conseguente reintegro,ma nonostante questo l’azienda ha continuato a muoversi nei confronti di queste persone in maniera decisamente poco trasparente, con ritardi nel reintegro, trasferimenti e cassaintegrazioni. A seguito dell'ultimo atto di ieri, i dipendenti Polar stanno occupando il comune di Piscinas e non escludono di spostare la loro protesta sino al Palazzo Regionale, se non dovessero essere ascoltati prima.
La situazione è ormai nota a tutti in Consiglio Regionale. è infatti di qualche giorno fa l’incontro dei lavoratori in Regione, dove è stato illustrato ciò che sta avvenendo presso la Polar.
Per questo motivo noi di Articolo 1 stiamo promuovendo, insieme alle altre forze politiche, un incontro immediato con l’Assessore all’Industria, che è stato richiesto anche dalle diverse sigle sindacali.
Oltre a questo stiamo cercando di costruire uno strumento normativo per uscire da questa situazione e perché non si ripeta più, in nessuna altra circostanza, che i beni pubblici vadano a sostenere imprenditori e aziende che invece di creare ricchezza per il territorio, e prendersene cura, li utilizzino per accrescere solo il proprio patrimonio personale a discapito di un'intera comunità. Saremo sempre al fianco dei lavoratori e di chiunque rivendica il proprio diritto al lavoro, alla dignità e alla felicità nel proprio territorio.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna