NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
22
Mon, Oct
48 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Arriva la grande musica italiana con la seconda edizione dell‘arena fenicia festival

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Il grande palco dell'arena fenicia, lo splendido anfitatro naturale ai piedi del Thophet “Sa Collina de is Pingiadas” a Sant'Antioco, si illumenerà di luci e di musica tra Agosto e settembre per il seconda edizione dell’”Arena Fenicia Festival”. Sul palco Ermal Meta il 13 agosto, il mostro sacro Francesco de Gregori il primo settembre, la formazione tutta sarda “Paolo Nonnis Big Band” il 2 settembre, per poi chiudere la tre giorni di spettacoli sarà l’8 settembre il talentuoso rapper Gemitaiz. Lunedì dunque si parte con il vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo Ermal Meta che proporrà “Non abbiamo armi Tour”, una nuova produzione ricca di una inedita cornice scenografica. Il cantante nato in Albania e naturalizzato italiano proporrà un variegato repertorio con brani ormai entrati tra i “classici” della nuova musica d’autore italiana tra cui la canzone vincitrice dell'ultima edizione del Festival “Non Mi Avete Fatto Niente” cantata in coppia con Fabrizio Moro. Sabato 1° settembre sarà la volta di Francesco De Gregori, il cantautore romano molto amato dal grande pubblico italiano e internazionale, che torna in Sardegna con l’unica data in programma nell’Isola per il suo “TOUR 2018”. Ad attendere gli spettatori sarà un concerto con i grandi classici del suo ricco repertorio ma anche brani inediti e canzoni “mai passate alla radio” o raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni. De Gregori sarà accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti al contrabbasso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte per quella che rappresenta una formazione già sperimentata nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano. La scaletta prevede i grandi classici del suo ricco repertorio ma anche brani inediti e canzoni “mai passate alla radio” o, ancora, brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni. <Mi fa piacere quando il pubblico riconosce un pezzo dalle prime note – dichiara De Gregori – ma mi piace anche quel silenzio un po’ stupito che accoglie le canzoni meno conosciute. La bellezza del live è anche questa, la scaletta non deve essere scontata, bisogna mischiare le carte>. Domenica 2 settembre sarà la volta della “Paolo Nonnis Big Band” mentre mentre l’8 settembre chiuderà la tre giorni di spettacoli il talentuoso rapper Gemitaiz. L'Arena fenica festival promossa dal Comune lagunare e organizzata dall’Associazione Enti locali per le attività culturali e di spettacolo, con il patrocinio della Regione Sardegna, della Fondazione di Sardegna e del Ministero per i Beni e le attività culturali (mibact), è stata presentata ieri presso al sede Centro Servizi per il Territorio alla presenza del sindaco Ignazio Locci, dell’assessore con delega allo Sport, Turismo e Spettacolo, Roberta Serrenti e dagli organizzatori. Massimo Palmas, direttore artistico di Sardegna Concerti e Lello Giua, direttore dell’associazione Enti locali. <Anche quest’anno il cartellone estivo degli eventi e dei concerti di Sant’Antioco è di assoluto livello. I grandi artisti che saliranno sul palco per la seconda edizione dell’Arena Fenicia Festival, rappresentano il clou di una stagione estiva che ogni anno è sempre più ricca - dice in conferenza stampa il sindaco di Sant’Antioco, Ignazio Locci - portare in città esponenti così importanti della musica italiana, in una cornice meravigliosa come l’Arena Fenicia che ha avuto un piccolo restyling e che pensiamo di portare avanti, è frutto del grande sforzo dell’amministrazione comunale con la Giunta - sottolinea il primo cittadino - un impegno non solo economico, in linea con il nostro bilancio, ma anche di uomini e mezzi impegnati per tutti gli eventi estivi>. L’obiettivo, per il sindaco "è quello di consentire alla comunità antiochense di proporsi come guida del territorio. Una comunità viva, capace di organizzare eventi di questa portata grazie a un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato - conclude Locci - vogliamo continuare a investire su questo settore e continueremo a coltivare la nostra ambizione, quella di far crescere la città. Lo faremo con fiducia, voglia di divertirci e con grande impegno”. <Siamo soddisfatti per il calendario di grande livello proposto anche quest’anno e ringraziamo tutti coloro che sono impegnati nell’organizzazione degli eventi - spiega l’assessore comunale con delega allo Sport, Turismo e Spettacolo, Roberta Serrenti - abbiamo voluto puntare su artisti che potessero abbracciare i gusti di tutti, dai più grandi ai più giovani, e proprio questi rispecchiano l’immagine di Sant’Antioco, una città viva e che anche quest'anno propone un'offerta culturale importante e diversificata". Secondo Lello Giua, direttore dell’associazione Enti locali, tra gli organizzatori dell’evento “già nella prima edizione l’Arena fenicia festival aveva dato grande soddisfazione di pubblico sia al territorio che all’amministrazione - sottolinea - gli eventi di settembre, inoltre, permetteranno agli operatori di allungare la stagione estiva>. Per Massimo Palmas, direttore artistico di Sardegna Concerti <l'Arena Fenicia ha tutti i requisiti per diventare punto di riferimento del territorio e crediamo possa guardare ancora più alto con una manifestazione che diventi di respiro internazionale - dice - i passi che si stanno facendo vanno in questa direzione e sia Sant’Antioco che il territorio e gli operatori che ci lavorano, hanno tutto per portare avanti una manifestazione che duri nel tempo”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna