NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
22
Fri, Jun
50 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Contributo per fatture Abbanoa, prorogati al 30 marzo i termini per presentazione domanda

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Il Comune di Sant’Antioco informa che l’Egas (Ente di governo dell’ambito della Sardegna) ha prorogato al 30 marzo 2018 i termini di presentazione delle domande per ottenere un contributo al pagamento delle fatture Abbanoa relative all’annualità 2016. Nello specifico, si tratta dell’agevolazione tariffaria a carattere sociale denominata “Bonus idrico”. Il modulo è reperibile presso il sito internet www.comune.santantioco.ca.it e gli uffici dei Servizi Sociali, in via Risorgimento 37. La richiesta dovrà essere presentata all’Ufficio protocollo entro il 30 marzo 2018, utilizzando l’apposito modulo, e dovrà essere corredata dal modello ISEE in corso di validità 2017 e dalla fotocopia del documento di riconoscimento.

Possono essere ammessi a presentare domanda di rimborso i cittadini che sono in possesso della residenza nel Comune di Sant’Antioco; di un’utenza ad uso domestico residente o di utenze condominiali che hanno la residenza nell’indirizzo di ubicazione dell’utenza condominiale; di fatture per il Servizio Idrico Integrato pagate o non pagate e relative al periodo consumi anno 2016; di un ISEE (in corso di validità relativo all’annualità 2017) del nucleo familiare non superiore a 10 mila euro. Si fa presente che la graduatoria degli aventi diritto sarà definita secondo l’ammontare dell’ISEE e l'ordine cronologico di arrivo delle istanze al Protocollo Generale del Comune di Sant’Antioco. La collocazione in graduatoria non comporterà automaticamente diritto all'erogazione del contributo riconosciuto: i rimborsi saranno erogati secondo le modalità approvate dall’Ente di Governoesino ad esaurimento del budget assegnato al Comune di Sant’Antioco.

Abbanoa applicherà l'agevolazione riconoscendo un credito che decurterà dall'importo insoluto delle fatture già emesse se riferite al periodo consumi anno 2016; se invece le fatture del 2016 risultano pagate procederà ad accreditare l'importo nelle fatture consumi di successiva emissione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna