NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Mon, Dec
44 Nuovi articoli

Sulcis. Rubiu (Capogruppo Udc), sulla mancanza delle fermate Arst sulle strade statali e provinciali del Sulcis Iglesiente

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Sulla strada che da Carbonia conduce a Gonnesa, con diverse case che si ritagliano lungo le periferie dei centri abitati, studenti e lavoratori pendolari attendono in piazzole distanti da luoghi facilmente raggiungibili vista la presenza di attività commerciali o strutture ricettive. Stessa identica situazione si ripete sul budello che da Iglesias porta a Fluminimaggiore e sulla tratta tra Sant’Antioco e Calasetta. Risultato: assenza di fermate per le corriere e nessuna sicurezza per i passeggeri. Da qui l’interrogazione presentata dal capogruppo dell’Udc Gianluigi Rubiu: <<In alcuni punti nevralgici della viabilità del Sulcis Iglesiente, si sono riscontrate delle proteste per la mancanza di fermate dell’Arst nei pressi di diverse strade di competenza dell’Anas e alcune arterie di periferia>>. Nessuna responsabilità dell’Azienda di trasporto regionale, vista l’impossibilità di installare le fermate in alcune aree di competenza dell’Anas e in qualche tracciato della Provincia. <<Sembra infatti che sia stata vietata la realizzazione di alcune stazioni per la fermata degli autobus lungo le strade statali, soprattutto in punti più vicini ai centri commerciali e ad alcuni locali pubblici, privando così i cittadini di un servizio indispensabile alla mobilità e alla sicurezza – aggiunge Rubiu – La medesima situazione si verifica nelle strade provinciali. Alcuni sindaci hanno portato la questione dei disservizi all’attenzione degli enti preposti>>. L’esponente centrista auspica un confronto tra Anas, Regione, Arst e primi cittadini del territorio: <<Per identificare i punti della viabilità provinciale e statale sprovvisti di fermate dei mezzi pubblici, alcuni dei quali lontani dai centri abitati ma nei pressi di importanti servizi commerciali e sociali – conclude Rubiu – Si dovrebbe inoltre attuare un piano per mettere in sicurezza alcuni tratti, con illuminazione e adeguata cartellonistica, consentendo l’utilizzazione delle fermate per gli utenti>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna