NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Wed, Feb
36 Nuovi articoli

Sant’Antioco. Scuola: il Comune ottiene l’Istituto Globale

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Una vittoria storica, che salva l’autonomia del nostro liceo e garantisce stabilità e continuità all’offerta formativa che insiste nella città, dalla scuola dell’infanzia allo storico Liceo Lussu, passando per la scuola primaria e per la secondaria di primo grado. Questa mattina, infatti, l’Assessore regionale alla Pubblica Istruzione Andrea Biancareddu ha illustrato il piano di Programmazione della Rete Scolastica e dell’offerta formativa della Regione per l’anno scolastico 2020/2021, annunciando la nascita dell’Istituto Globale di Sant’Antioco. «Siamo felici – commenta il Sindaco Ignazio Locci – da quando ci siamo insediati alla guida della città abbiamo avviato questa battaglia con lo scopo di salvare l’autonomia scolastica del Liceo Emilio Lussu: una scuola che da sempre assicura un’offerta formativa di livello, adeguata alle nuove sfide, di cui beneficiano studenti provenienti dall’isola e dal Basso Sulcis. La Provincia del Sud Sardegna e la Regione hanno finalmente accolto in pieno la nostra richiesta: garantiamo in autonomia un’offerta di primo e secondo ciclo, assicuriamo stabilità alla scuola con un’unica Dirigenza scolastica. Con questo traguardo non solo salviamo l’autonomia, ma creiamo anche le condizioni per riprogrammare le attività didattiche, migliorando e ampliando l’offerta, ancora più adeguata ai tempi che corrono, in modo che il Lussu rafforzi sempre più la sua valenza di scuola attrattiva sia per i giovani di Sant’Antioco, sia per i ragazzi del restante territorio. È una vittoria politica che ci gratifica ma è soprattutto una vittoria di Sant’Antioco. Era inaccettabile rinunciare all’autonomia scolastica perché ancorati alla fredda logica dei numeri, considerato che negli ultimi anni il Liceo Emilio Lussu ha registrato una diminuzione degli iscritti, sia per il calo demografico, sia per il proliferare di nuovi corsi di studio. Questo avrebbe comportato numerosi problemi a un ampio bacino di studenti. Ma con l’Istituto Globale la nostra autonomia è salva e con essa si aprono nuove prospettive. Possiamo dirci pienamente soddisfatti: adesso inizia un nuovo ed entusiasmante cammino». Adesso per l’Istituto Globale antiochense si aprono nuove prospettive. <Inizia un nuovo cammino – sottolinea la preside Sally Vallebona- con l'auspicio che insieme ad un successo politico possa essere anche un successo scolatico che garantisca un'opportunità formativa di spessore e di qualità>.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna