NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Fri, Sep
38 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Conclusa la Festa di Nostra Signora di Bonaria. festeggiamenti spostati per il maltempo.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Si è conclusa venerdì 6 settembre la Festa di Nostra Signora di Bonaria.  E' la storia di fede e identità del rione Acai di Sant'Antioco che nella sua chiesa dedicata a Nostra Signora di Bonaria festeggia di consueto la patrona il due settembre. Quest'anno il comitato, coordinato dal parroco don Giulio Corongiu, aveva allestito appuntamenti religiosi e civili importanti. Purtroppo a  metere i bastoni fra le ruote del programma è stato il maltempo tanto che il comitato si è visto costretto ad annullare gli appuntamenti nei giorni previsti e spostare i festeggiamenti religiosi e civili che si sono svolti alcuni giorni dopo quelli previsti. Così la processione solenne, annullata quella a mare, si è svolta con un itinerario ridotto mercoledi 4 settembre  nelle sole vie del rione. Al termine è stata celebrata la Santa Messa concelebrata dal vescovo di Iglesias Monsignor Giovanni Paolo Zedda. Gli spettacoli civili invece si sono svolti da mercoledì a venerdì alle 21,30 nella piazza Aldo Moro antistante il sagrato della chiesa. Come sempre, nonostante il maltempo la festa ha visto una grande affluenza di persone sia cittadini che forestieri. <Il maltempo tutto sommato non è stato poi negativo perchè ci ha consentito di allungare la festa- sottolinea il parroco Don Giulio Corongiu- E' stata anche quest'anno una bellissima festa parrocchiale che ha visto la partecipazione di tanti fedeli anche dei paesi vicini>. La storia della festa della patrona di naviganti nasce nel 1947 quando il parroco dell'unica chiesa cittadina e il suo giovane viceparroco cercarono nel rione Acai un locale da adibire a capella a servizio degli abitanti del rione composto da minatori e lavoratori della carbonifera. La direzione delle miniere venne loro incontro concedendo l'uso di un piccolo magazzino adibito a deposito attrezzi dove vi fu costruito un piccolo altare. Nasceva così la parrocchia che fu dedicata a nostra signora di Bonaria, patrona dei naviganti e ogni anno da 70 anni celebrata la festa. In seguito con l'aumento della popolazione e le trasformazioni del rione si continuò a esssere celebrate le messe un uno stanzone di uno stabile vicino sino agli anni 80- 90 quando nel rione fu realizzato l'attuale tempio ricco di una grande vetrata artistica, statue e quadri d'autore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna