NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
22
Thu, Apr
67 Nuovi articoli

Una Pasqua complessivamente molto tranquilla

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

Una Pasqua complessivamente molto tranquilla ha accompagnato ieri lo sforzo effettuato dai carabinieri sulle strade della Provincia di Cagliari. Si sono viste pochissime persone in giro e quasi tutte avevano un buon motivo per trovarsi fuori casa. Anche i luoghi maggiormente attrattivi, quali le spiagge della città e della provincia, sono andate deserte. Il rispetto generalizzato delle restrizioni alla circolazione delle persone ha caratterizzato dunque una festa vissuta da tutti, o quasi, in maniera molto sobria. Vi sono dunque state poche eccezioni. Così i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Quartu Sant’Elena sono intervenuti in una via di quel centro, a seguito di una chiamata di alcuni vicini di casa che avevano udito urla belluine provenire da un appartamento a loro limitrofo, andando a turbare la serenità pasquale. Uno studente universitario 25enne, incensurato, al termine di un alterco con la madre, vedova 56enne, l’aveva addirittura minacciata con un coltello da cucina. Sarà denunciato domattina alla Procura della Repubblica per minacce gravi, anche se è verosimile che la donna non voglia alla fine querelare il figlio. I militari hanno comunque preso nota. Qualche ora più tardi, i carabinieri di Selargius hanno scoperto che a qualcuno le mura di casa andavano strette. A seguito dei numerosi controlli effettuati un po’ dovunque anche alle persone ristrette agli arresti domiciliari, è emerso che un 32enne non si trovava a casa, presso il proprio domicilio, così come ordinato dal Tribunale di Sorveglianza di Cagliari. L’uomo è stato denunciato per evasione e tale circostanza potrebbe costargli parecchio, potrebbe perdere il beneficio concessogli e finire a Uta. Nel frattempo a Giba, i carabinieri della locale Stazione, nel corso dei vari controlli tesi a verificare il rispetto delle misure di contenimento contro la diffusione della pandemia, hanno segnalato alla Prefettura di Cagliari un operaio 50enne di Siliqua, incensurato. Questi, contravvenendo alle disposizioni afferenti le misure urgenti di prevenzione per il contenimento del contagio da covid-19, sottoposto a controllo a Piscinas, in Via Principe di Piemonte, sebbene sorpreso senza i dispositivi di protezione individuale, rifiutava di indossarli nonostante l’invito a farlo rivoltogli dai militari. Sono complessivamente cinque le persone sanzionate per essere state sorprese a circolare senza mascherina, due a Cagliari in Via Is Mirrionis, uno a Serramanna e uno a Serrenti. Stesso provvedimento anche per altre cinque persone, sanzionate per essere state sorprese a circolare senza mascherina, due a Cagliari in Via Is Mirrionis, uno a Serramanna e uno a Serrenti
Nel giorno di Pasqua i militari hanno anche denunciato un 32enne di Selargius, che è stato trovato fuori casa nonostante fosse agli arresti domiciliari.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna