NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Fri, Oct
34 Nuovi articoli

Sant'Antioco. chiusura porticciolo in attesa bando nuova concessione demaniale

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

Sopralluogo ieri  mattina nel porticciolo turistico di Sant’Antioco del Servizio Demanio della Regione (proprietario della struttura e delle aree), l'Amministrazione Comunale, la Capitaneria di Porto e il curatore fallimentare. Si auspica adesso che a seguito del fallimento del  concessionario, la Regione dovrà predisporre un nuovo bando, appetibile, che consenta la riqualificazione e il rilancio del nostro porticciolo, tra i beni più preziosi di Sant’Antioco.10 17 sopralluogo porticciolo Intanto l’area sottoposta a sequestro è stata interdetta e i diportisti, che sarebbero stati già avvisati in via ufficiale, dovranno portare via le proprie imbarcazioni provocando  diverse proteste.  <<Siamo fiduciosi - ha commentato  il Sindaco Ignazio Locci - e auspichiamo che il Demanio provveda a predisporre una gara che dia certezze al concessionario, creando le condizioni per dare un futuro concreto al nostro fiore all’occhiello>. L'inizio della fine di ciò che da molti era giudicato uno dei fiori all'ochiello del settore turistico cittadini è iniziato un anno fa quando ci fu un controllo ambientale delle autorità marittime sulle aree pertinenti il porticciolo. I controlli erano stati eseguiti dal Nucleo di polizia ambientale dell’Ufficio circondariale marittimo di Sant’Antioco, con la collaborazione del personale Arpas del Dipartimento Sulcis di Portoscuso. Dai controlli effettuati è stata accertata, nell’area demaniale marittima, la presenza di rifiuti anche pericolosi abbandonati in tutta la zona. In particolare erano stati rinvenuti: contenitori non sigillati e degradati di olii esausti, diverse batterie di piombo e vari contenitori di plastica per alimenti colmi di oli alimentari usati e oli minerali esausti. Tali rifiuti hanno generato una dispersione di sostanze pericolose in diversi punti, con conseguente contaminazione del suolo”. Vista la situazione, gli uomini della Capitaneria hanno sequestrato l’aerea e denunciato per violazioni ambientali il titolare del porticciolo turistico.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna