NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Wed, Oct

XXVIII Domenica ordinaria (anno liturgico B). A tutti insegnare…, da tutti imparare…

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

Evangelizzare i poveri…, dai poveri essere avangelizzati
Il comico Totò, Antonio De Curtis, un giorno ebbe a dire: Se i soldi non fanno la felicità, immaginatevi la miseria…! Da altri microfoni si ripete: Evangelizzare i poveri…, e dai poveri essere evangelizzati. Addentrandoci ad illustrarne i particolari diciamo: Il peccato dei ricchi è che ci sono i poveri. Non si tratta di maledire la ricchezza e benedire la povertà, ma riconoscere che la ricchezza è una situazione a rischio e la povertà una situazione favorevole a suscitare sentimenti e pensieri di giustizia e di vera sapienza. Vivendo nell’abbondanza di beni, nel lusso, si corre il rischio di sottovalutare che nel mondo, e anche alla porta accanto, c’è chi non ha da mangiare, addirittura da sopravvivere. Non ci si può turare gli orecchi difronte all’urlo disperato o al silenzio assordante: Ma non si nasce tutti uguali…? Non abbiamo tutti la stessa dignità…? Perché questa disparità…? La vera sapienza, tesoro inestimabile, non ci lascia indifferenti, ci sollecita ad agire perché tutti nel mondo, ma proprio tutti, stiano meglio. Lavoreremo perché ci sia giustizia e giustizia con amore. Gesù di Nazaret ha ribadito in tutti i modi che questo era il progetto di Dio e questo vuole sempre Dio. Vogliamo valutare con sapienza e godere dei beni di questo mondo in comunione con i nostri fratelli e sorelle e benedire e ringraziare Dio. Amen.
Nicola Fiscante, sacerdote redentorista, San Sperate,