NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Fri, Aug
40 Nuovi articoli

Cagliari. Cronache Regionali del 19-luglio

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

Cronache Regionali del 19-luglio

A Quartu Sant’Elena, carabinieri della “Stazione Temporanea” di Flumini di Quartu, unitamente a personale della Sezione Radiomobile della locale Compagnia, hanno tratto in arresto per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale nonché per il porto di armi o oggetti atti ad offendere un 25enne del luogo, disoccupato, con precedenti di polizia. I militari operanti sono intervenuti a seguito di una richiesta di privati cittadini tramite utenza 112. Questi si trovavano in Viale dell’Autonomia Regionale Sarda dove era stato loro segnalato un giovane intento a lanciare sassi verso le autovetture in transito. A seguito dell’immediato intervento delle pattuglie dell’Arma, il giovane, nel tentativo di sottrarsi all’identificazione, si è scagliato contro i militari, brandendo un coltello da cucina al fine di farli desistere, prima di essere disarmato e immobilizzato. La successiva perquisizione personale ha permesso di rinvenire nella disponibilità dell’agitatissimo interlocutore altri due coltelli da cucina e un coltello a serramanico. Nell’occorso nessuno ha riportato lesioni. I coltelli sono stati sequestrati e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale di Cagliari. L’arrestato al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata di domani.

A Cagliari i carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia, al termine di una normale verifica sul posto, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, una 48enne disoccupata, ben conosciuta dalle forze dell’ordine, in atto sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari. La donna, a seguito del controllo eseguito dai militari operanti, non è stata rintracciata presso il proprio luogo di detenzione.

A Decimomannu, a conclusione degli accertamenti scaturiti dalla denuncia-querela presentata da un autista della società di trasporti regionale ARST, i carabinieri del luogo hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per minacce ed interruzione di pubblico servizio, un 19enne marocchino, residente a Decimoputzu ma di fatto domiciliato a Uta, disoccupato e incensurato. Il giovane viaggiava a bordo dell’autobus di linea sprovvisto di biglietto e, a seguito di controllo minacciava il denunciante, interrompendo altresì la corsa del mezzo.

A Villacidro, a conclusione di un’attività d’indagine scaturita a seguito della denuncia querela presentata da una 32enne, residente a Guspini, impiegata amministrativa di una ditta del luogo, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per accesso illecito a un sistema telematico riservato e tentata truffa una 46enne, residente a Caselle (TO), disoccupata con precedenti denunce a carico. La donna, dimostrando particolari capacità telematiche, alterando il funzionamento della posta elettronica dell’impiegata, riusciva a sostituire l'IBAN di una fattura dovuta dalla ditta villacidrese, con l’IBAN relativo a un conto a lei intestato, inducendo così in errore la propria vittima la quale, subito dopo aver effettuato un bonifico di settemila euro per saldare una fattura, si accorgeva del raggiro e bloccava il pagamento, che pertanto non veniva fortunatamente eseguito. I carabinieri sono risaliti all’autrice del raggiro tramite accertamenti bancari che hanno identificato la denunciata quale materiale fruitrice di quel conto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna