NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Mon, May

V Domenica di Pasqua (anno liturgico C). La società e la Chiesa lungo i secoli ….

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

Gli apostoli ritornavano nelle comunità cristiane per confermare i credenti nella fede; nel passato come oggi situazioni nuove esigono soluzioni alla luce dell’insegnamento di Gesù. Agli inizi del cristianesimo c’era la predicazione, le varie lettere degli apostoli, vennero scritti i Vangeli, si ebbero i Concili. pensoso webOggi c’è predicazione, catechesi, convegni, Missioni parrocchiali, sinodi diocesani, encicliche dei papi, concili ecumenici. Nomino alcune encicliche e qualche documento pontificio: Rerum novarum, Populorum progressio, Laborem exercens, Veritatis splendor, Laudato si’, Evangelii Gaudium, Amoris laetitia. Vediamo quindi la Chiesa nel mondo di oggi condividere gioie e speranze, dolori ed angosce e indicare eventuali soluzioni alla luce della parola di Cristo. È possibile e doveroso instaurare rapporti più umani a tutti i livelli, ribadendo pari dignità delle persone con medesimi diritti e doveri. L’autore sacro dell’Apocalisse ci dà una visione realistica del mondo non certo entusiasmante ma con la prospettiva di una meta radiosa e definitiva allorché non ci sarà più ingiustizia o sofferenza alcuna. Gesù ha comandato l’amore reciproco quale distintivo dei suoi discepoli. Vivendo così testimoniamo di aver conosciuto il vero Dio con la prospettiva di partecipare un giorno alla gloria del Signore risorto. Abbiamo quindi da riflettere e agire per non sciupare la nostra esistenza, perché la Chiesa sia la Chiesa di Cristo e contribuisca a rinnovare la società nella verità, nella giustizia e nell’amore.

Nicola Fiscante, sacerdote redentorista, San Sperate