NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Thu, May
58 Nuovi articoli

Cronache della provincia. Attività carabinieri

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

Monserrato. Investita sulle strisce pedonali
E' successo ieri in Via Cesare Cabras a Monserrato, una 55enne infermiera residente in quella strada, mentre era intenta ad attraversare la carreggiata sulle strisce pedonali è stata travolta da una Fiat Punto, condotta dal 51enne proprietario, un operaio anch’egli di Monserrato. Successivamente al violento impatto, l’uomo ha tentato di darsi alla fuga prima di essere bloccato dai carabinieri della locale Stazione, prontamente intervenuti sul posto. La loro caserma si trova a breve distanza dal luogo dell’incidente. A seguito dell’evento la donna è stata trasportata a bordo di un’ambulanza del 118, in codice rosso, presso il pronto soccorso dell’ospedale “Brotzu” di Cagliari, per accertamenti. L’operaio invece è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Infatti, sottoposto a test alcolemico, l’uomo è risultato essere positivo con tasso di 1,84 g/l, oltre il triplo del limite consentito. La patente di guida gli è stata ritirata dai militari intervenuti, l’autovettura gli è stata sequestrata ed è stata affidata a un deposito giudiziario.

Monserrato. Attività di contrasto agli incendi di auto. Ancora un giovane denunciato dai Carabinieri
Nella notte del 30 dicembre 2020 a Monserrato era stata data alle fiamme un’auto parcheggiata in un condominio familiare; l’incendio si propagava ad altre tre auto tutte di proprietà e in uso a vari componenti della stessa famiglia. L’intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco impediva il propagarsi dell’incendio allo stabile.
Immediate le indagini per venire a capo di questa catena di fatti delittuosi di particolare gravità. In tale contesto i Carabinieri della Stazione di Monserrato hanno operato un’accurata analisi degli eventi, mettendone in correlazione tempi e modalità. Venivano poi esaminati numerosi filmati e verificati attentamente i passaggi di soggetti che nella fascia oraria notturna transitavano nelle vie adiacenti. Confrontati gli spostamenti di soggetti di interesse investigativo, è stata notata la presenza di un uomo che aveva fatto numerosi passaggi di fronte all’abitazione di interesse, transitando a volte a piedi e altre con un ciclomotore.
Ma l’attenzione degli investigatori non si è fermata a tali evidenze; l’individuo infatti era solito postare sui propri profili social frasi autocompiacenti e inneggianti a una presunta vendetta. Questi particolari hanno dato ulteriore impulso alle attività di indagine che permettevano di risalire al movente, originato da un apparentemente banale tamponamento provocato dall’incendiario che nonostante l’accaduto aveva addirittura tentato di inseguire l’auto che lo precedeva desistendo solo grazie all’intervento di una pattuglia del NORM di Quartu Sant’Elena, che lo deferiva in stato di libertà per minacce e guida in stato di ebbrezza, con relativo sequestro della patente. Inequivocabili anche gli esiti di alcune ispezioni domiciliari, che hanno portato all’acquisizione di ulteriori elementi (rinvenimento di capi di abbigliamento, caschi e scooter usato per la commissione dei delitti) a seguito dei quali i Carabinieri di Monserrato hanno inviato un’informativa all’Autorità Giudiziaria e denunciato C.A. 46enne di Monserrato con precedenti di polizia per danneggiamento seguito da incendio.

San Gavino Monreale. Un arresto per ordine del Tribunale
I carabinieri della locale Stazione hanno proceduto all’arresto di un 35enne di Cagliari, di fatto domiciliato a Quartu Sant’Elena, già destinatario di precedenti denunce, in ottemperanza di un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Cagliari che ha sostituito l’affidamento in prova presso la comunità “L’Aquilone” di Cagliari con la custodia cautelare in carcere. L’arrestato è stato tradotto presso la casa di reclusione di Uta, come disposto dall’autorità giudiziaria.

Cagliari. Non ottemperava agli arresti domiciliari. Ora dovrà espiare la pena in carcere
I carabinieri della Stazione di Sant’Avendrace hanno dato esecuzione ad un ordine di espiazione di pena detentiva in carcere trasmesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari nei confronti di un 46enne del luogo, disoccupato con precedenti denunce a carico. Il provvedimento odierno è scaturito da reiterate violazioni alle prescrizioni a lui imposte dal regime detenzione domiciliare, chiaramente documentati dai carabinieri all’autorità giudiziaria. L’uomo dovrà scontare un residuo di pena di anni 2, mesi 9, e giorni 28 per i reati di rapina e evasione dagli arresti domiciliari. L’arrestato, a conclusione della notifica del provvedimento e della redazione dei relativi verbali, è stato tradotto alla casa circondariale di Uta.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna