NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
28
Mon, Nov
13 Nuovi articoli

Carbonia. Nubifragio nella notte sulla città. In mattinata il punto sui danni

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

La pioggia e le violente raffiche di vento fino a 150 km orari che si sono abbattute sulla città nella serata di ieri, venerdì 4 novembre, hanno provocato danni nelle campagne e disagi alla viabilità. L’episodio temporalesco di forte intensità e localizzato sul nostro territorio ha avuto particolari conseguenze in molte zone della città tra cui: piazza Marmilla, via Risorgimento, via Trento, via Magellano, via Angioy, via Cagliari, corso Iglesias e in alcune vie delle frazioni, a seguito dello sradicamento di alberi e allagamenti. L’imponente albero di pino caduto su via Costituente, rimasta interdetta al traffico, è ancora in corso di rimozione: sono all’opera da questa mattina gli operai del cantiere comunale per liberare la strada. Il fenomeno non ha fortunatamente avuto conseguenze sull’incolumità delle persone. Il Coc, Centro operativo comunale coordinato dal comandante Andrea Usai, insieme all’associazione di Protezione Civile Terramare e il cantiere comunale sono tempestivamente intervenuti e sono in corso le operazioni di verifica anche presso gli Istituti scolastici cittadini per garantire le condizioni di sicurezza. Sotto osservazione l’istituto comprensivo Satta. Nel plesso di via Mazzini si sono infatti verificate alcune infiltrazioni d’acqua. Danni riscontrati anche al tetto della lampisteria del CICC. Sindaco e Giunta sono impegnati in queste ore nelle attività di ricognizione con l’appello ai cittadini di prestare attenzione ai bollettini meteo e di usare cautela negli spostamenti. Si raccomanda altresì di fare segnalazioni su eventuali situazioni di pericolo alla Polizia locale telefonando al numero 0781.62257 oppure direttamente al 115.
Dopo il debito monitoraggio sulla situazione, la conta dei danni al patrimonio pubblico e privato e le interlocuzioni con la Protezione civile regionale verrà richiesto lo stato di calamità naturale. Il puntoè stato fatto a fine mattinata al quartier generale di via Mazzini con una conferenza stampa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna