NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Fri, Aug
40 Nuovi articoli

Alghero (SS). XVI Baia delle Ninfe, 62 gli equipaggi giunti in Sardegna per le sfide tricolori della Regolarità

Altri
Aspetto
Condividi

Alla presenza del Sindaco di Alghero Mario Conoci e degli assessori comunali Maria Grazia Salaris e Marco Di Ganci, il presidente dell'automobile Club Sassari Giulio Pes di San Vittorio ha svelato gli ultimi dettagli del prestigioso appuntamento del tricolore di regolarità a partire dall'elenco degli iscritti che conta 62 partecipanti tra i quali molti dei protagonisti del Tricolore 2021. La gara è patrocinata dalla Regione Sardegna, dal Comune di Alghero, dalla Fondazione Alghero, dalla Camera di Commercio di Sassari e dal Comune di Bosa, oltre che dai numerosi partners commerciali che supportano la manifestazione.

“Alghero - ha detto il sindaco Mario Conoci - continua con grande entusiasmo ad ospitare eventi in continuità con la collaborazione con Aci. Appena concluso un grande rally mondiale in sinergia col territorio, la città è pronta ad ospitare ancora un evento motoristico di prestigio. E poi ancora la Alghero - scala Piccada che completano un anno che per noi è e deve essere un anno di ripresa”.
“Promozione del territorio e spettacolo - ha spiegato l’assessore Di Ganci - vanno insieme con questo grande evento che fa riprendere la programmazione che il covid ha fermato. Alghero unisce la sua ineguagliabile ambientazione naturale alla bellezza della gara che attrae molti appassionati, non solo per l'aspetto agonistico ma soprattutto per l'aspetto turistico intrinseco che La Baia delle Ninfe ha”.
“Una gara che unisce sport e turismo e che l'amministrazione vuole ospitare ogni anno con rinnovato entusiasmo. Alghero ha tutte le carte in regola per essere una delle prove più belle del calendario” - ha aggiunto l’assessore Salaris.
“Abbiamo selezionato un percorso importante - dichiara il presidente Pes - e avendo avuto quest'anno la validità del campionato italiano, abbiamo voluto che gli equipaggi rimanessero impressionati dalla bellezza del percorso con degli scorci stupendi. A partire dalla Baia delle Ninfe e poi la vedetta della Villanova Mare, Montresta, la stessa Villanova, poi ancora Bosa e Alghero. Ci sono bellissime macchine anche anteguerra, molti degli equipaggi più forti del campionato ma anche molti equipaggi sardi che ben conoscono questi percorsi. Il bel tempo previsto per tutto il week end completa le positive aspettative della vigilia”.
La partenza è in programma sabato 12 giugno alle ore 12.30 dalla Banchina Dogana del Porto di Alghero, la stessa del Rally d'Italia poi le vetture si dirigeranno alla volta della costa per poi affrontare la prova Lungomare Barcellona dove le auto faranno un anello nella rambla fronte Milese dove gli appassionati potranno ammirare i partecipanti passare sui pressostati. Alla fine le auto verranno parcheggiate nell'area del parco chiuso del mondiale che stazioneranno ancora nella banchina Dogana del Porto di Alghero. Domenica 13 giugno la gara partirà alle ore 8.30 per effettuare un giro che si snoderà nella zona nord di Alghero e poi l'arrivo è previsto nel pomeriggio alle 17.30 all’hotel Corte Rosada che sarà il quartier generale della competizione dove è allestita direzione gara, segreteria, sala stampa.
Il direttore di gara internazionale Fabrizio Fondacci ha parlato dei numeri della XVI edizione della Baia delle Ninfe a partire dai 243 chilometri di prove, suddivisi in 64 controlli orari divisi in 28 nel primo giorno e 36 nel secondo. "E' un privilegio dirigere un evento che rappresenta la ripartenza attraverso la cultura dell'auto - ha dichiarato Fondacci. "Le gare di regolarità sono la tipologia ideale di competizione per scoprire e vivere il territorio oltre che per promuovere la conoscenza di auto che hanno scritto non solo la storia del motorsport".
Tra gli iscritti ci sono molti dei protagonisti del Campionato Italiano 2021 a partire da Alberto e Giuseppe Scapolo che sono arrivati in Sardegna con la Fiat 508 C del 1937 della Scuderia Nettuno, poi Giuseppe Rapisarda e Danilo Piga sulla Mini Minor MK1 della scuderia Nettuno, Massimo Dalleolle e Alessandro Traversi su Autobianchi A 112 Abarth, le lady Federica Bignetti e Federica Ciatti sulla Alfa Romeo Giulietta Veloce Spider della Club Motori St Lumez. Iscritti anche equipaggi del calibro di Massimo Bilancieri e Marisa Simeoni Porsche 911 T e Armando Fontana con Romano Bacci su Autobianchi A112 Abarth. Altrettanto importante è l'elenco dei concorrenti iscritti nella regolarità tra vetture moderne tra i quali spiccano i siciliani Angelo Accardo e Paolino Messina su Fiat 500 Sporting del ‘96 e quello della regolarità turistica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna