NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
28
Mon, Nov
13 Nuovi articoli

Cagliari. Cronache recenti in Provincia

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi


a Carbonia i carabinieri dell'aliquota radiomobile della locale Compagnia hanno tratto in arresto per furto aggravato un cinquantacinquenne del luogo, disoccupato, noto alle forze dell'ordine. I militari erano intervenuti a seguito di una segnalazione pervenuta alla locale centrale operativa, fuori dal market SUPERPAN di via Santa Caterina dove hanno rintracciato l'uomo, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di alcuni prodotti informatici sottratti all'interno del citato esercizio commerciale, per un valore di 45 euro. Tali oggetti sono stati immediatamente restituiti ai gestori del punto vendita che avevano richiesto l’intervento dei militari dell'Arma. Al termine della redazione degli atti relativi a quanto compiuto, i carabinieri hanno accompagnato l'uomo presso il proprio domicilio, in regime di arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio con rito di direttissimo, che è stato fissato presso il Tribunale di Cagliari.

a Carbonia i carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con quelli dell'aliquota radiomobile della locale Compagnia, hanno tratto in arresto per rapina aggravata un diciottenne egiziano, residente ad Iglesias presso la cooperativa Emmaus, già noto alle forze dell'ordine. Questi si è reso responsabile dell'episodio delittuoso, compiuto all'interno del parco Villa Sulcis di Carbonia, allorché aveva aggredito un diciannovenne studente sulcitano, sottraendogli il proprio telefono cellulare, per poi darsi a precipitosa fuga. Le immediate ricerche poste in essere dai Carabinieri a seguito della segnalazione pervenuta presso la centrale operativa della locale Compagnia, da parte di alcuni cittadini che avevano assistito all'evento, hanno consentito in breve di rintracciare l'autore della rapina che, a seguito di immediata perquisizione personale è stato trovato in possesso del telefono cellulare appena sottratto, subito restituito alla vittima, nonché di un tirapugni utilizzato per l'aggressione, che è stato anch'esso sequestrato. Verrà custodito presso un idoneo locale in attesa di deposito presso l'ufficio corpi di reato del Tribunale di Cagliari.

a Siliqua, nel corso di un mirato servizio antidroga, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Iglesias hanno tratto in arresto per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, un diciottenne noto alle forze dell'ordine e una ventenne di Iglesias incensurata. A seguito di una mirata perquisizione personale di entrambi e domiciliare solo del primo, sono stati rinvenuti 178 grammi di marijuana suddivisa in quattro involucri, 1,18 grammi di cocaina, 2,20 grammi di sostanza da taglio, un involucro in cellophane termosaldato contenente semi di canapa indiana, un bilancino elettronico di precisione, un coltello a serramanico con la lama intrisa di hashish, due tritaerba anch'essi contenenti polvere di marijuana, materiale vario per il confezionamento in dosi dello stupefacente. È stata rinvenuta infine la somma contante di 75 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, verosimile provento di precedente attività di spaccio. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di essere conferito per le indagini di laboratorio ovvero versato presso l'ufficio corpi di reato del Tribunale. Al termine della redazione dei verbali inerenti a quanto accaduto i due ragazzi sono stati tradotti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni di residenza, in attesa dell'udienza di convalida e giudizio con rito direttissimo che si terrà presso il palazzo di giustizia di Cagliari.
Comunicato comando provinciale Carabinieri

ad Arbus, i carabinieri della locale Stazione hanno notificato a un 80enne del luogo, pensionato con precedenti denunce a carico, un provvedimento emesso dal Tribunale di Cagliari – Ufficio GIP, su conforme richiesta della locale Procura. Si tratta dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla moglie. Si tratta del naturale sviluppo di un fascicolo inoltrato dai militari all’autorità giudiziaria per maltrattamenti in famiglia. Queste procedure, mediamente molto efficaci nel tutelare le vittime, procedono per gradi, crescono in afflittività sino alla carcerazione, man mano che il destinatario si dimostri sempre più indisciplinato. Per cui l’80enne dovrà cercarsi una nuova sistemazione altrove, modificando consolidate abitudini di vita e tenendosi a debita distanza dalla moglie, che evidentemente non ne poteva più di sopportare le vessazioni del marito. Qualora l’uomo non dovesse adempiere a tali prescrizioni potrebbe in breve finire dapprima agli arresti domiciliari altrove e poi ad Uta.

a Domusnovas i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Iglesias hanno tratto in arresto per coltivazione di sostanza stupefacente un 51enne del luogo, operaio, noto per precedenti vicende giudiziarie. Questi a seguito di mirata perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di sette piante di canapa indiana, di infiorescenze e di un bilancino di precisione. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e verrà a breve depositato presso i competenti uffici per le analisi di rito. L'uomo è stato quindi condotto presso il Tribunale di Cagliari per il giudizio con rito direttissimo .

a Pauli Arbarei i carabinieri della Stazione di Villamar hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, un quarantottenne del luogo, disoccupato, noto alle forze dell'ordine. Questi era stato controllato nelle vicinanze della propria abitazione, nell'ambito di un servizio perlustrativo dei militari e li aveva subito fatti insospettire per il proprio atteggiamento sfuggente. Sottoposto a perquisizione personale e domiciliare egli è stato trovato in possesso di 10 grammi di marijuana in infiorescenze essiccate, di una pianta di canapa indiana coltivata in vaso, dell'altezza di un metro con infiorescenze, di materiale vario per il confezionamento dello stupefacente in dosi. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e verrà custodito in attesa di deposito presso i competenti uffici della Procura della Repubblica di Cagliari

a Selargius, i Carabinieri della locale Stazione, nell'ambito di una normale servizio di controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, un 46enne del luogo, operaio con precedenti denunce a carico. Al termine di una perquisizione personale e domiciliare, l'uomo è stato trovato in possesso di complessivi 7 grammi di cocaina, di 50€ in banconote di piccolo taglio, probabile provento di precedente attività di spaccio, nonché di due bilancini elettronici di precisione e di materiale vario per il confezionamento in dosi delle sostanze stupefacenti. Quanto rinvenuto è stato sequestrato e verrà custodito in attesa di essere versato all'ufficio corpi di reato del Tribunale di Cagliari.

a San Gavino Monreale i carabinieri della locale Stazione in collaborazione con quelli della Stazione di Villamar hanno dato esecuzione ad un'ordinanza applicativa della misura cautelare personale dell'allontanamento della casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte lesa, provvedimento emesso dal gip presso il Tribunale di Cagliari nei confronti di un 63enne del luogo disoccupato, ben noto alle forze dell'ordine. All'uomo è stato inibito di avvicinarsi alla ex moglie e ai luoghi che questa è solita frequentare. Il provvedimento scaturisce da una richiesta dei carabinieri di Villamar in relazione ai comportamenti persecutori posti in essere, anche nel recente periodo, dall'uomo nei confronti della sua ex moglie.

a Mandas, i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di un'attività di indagine intrapresa a seguito di una querela per truffa formalizzata in 6 marzo 2021 da un ventiseienne del luogo, operaio, incensurato, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per truffa in concorso e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, un 41enne e una 64enne di Quartu Sant'Elena. Le indagini compiute hanno accertato che il querelante il 13 febbraio 2021 aveva ricevuto dal denunciato un assegno bancario di 1250€ quale compenso per la vendita di un motoveicolo Pit Bike. L'assegno portato all'incasso è risultato essere non esigibile in quanto facente parte di un carnet di assegni, denunciato come smarrito dalla madre del denunciato presso la Stazione carabinieri di Quartu Sant'Elena.

a Cagliari i carabinieri del Radiomobile della locale Compagnia, al termine di un intervento su strada e dei conseguenti accertamenti, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e falsa attestazione a un pubblico ufficiale su quest’ultima, un 34enne nigeriano, senza fissa dimora, disoccupato con precedenti denunce a carico. Questi, nel corso della serata di ieri in Viale Buoncammino, è stato controllato dagli operanti a seguito di una richiesta operata dal titolare di un'attività commerciale che aveva lamentato reiterati comportamenti molesti nei suoi confronti da parte dello straniero. Giunto in caserma, l'uomo rifiutava di fornire indicazioni ai militari sulla sua identità personale e alla fine forniva generalità false, successivamente accertate in sede di foto-segnalamento e di verifica delle impronte digitali in banca dati.


i Carabinieri del NORM di San Vito e quelli della Stazione di Villasimius, hanno proceduto nella via del mare di quest’ultimo centro, al controllo di un’autovettura Lancia Y condotta da un 42enne di Cagliari ma residente in Veneto; costui si trovava alla guida citato mezzo con patente revocata e, all’esito del controllo alcolemico veniva anche riscontrato in stato di ebbrezza alcolica, con un tasso pari a 2,27 g/l. L’uomo veniva dunque deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per guida in stato di ebbrezza alcolica e gli veniva anche comminata la sanzione amministrativa accessoria prevista dall’art. 116 codice della strada (guida con patente revocata).

i Carabinieri della Stazione di Cagliari San Bartolomeo, hanno deferito in stato di libertà, per evasione, un 43enne di Cagliari, disoccupato, con pregiudizi di polizia, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I Carabinieri, che erano impegnati in un ordinario servizio di controllo del territorio, alle ore 03:20, hanno notato l’uomo intrattenersi all’interno di un circolo nella via Schiavazzi, in palese violazione delle prescrizioni a egli imposte.

i Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM di Quartu Sant’Elena, hanno deferito in stato di libertà, per evasione, un 48enne del luogo, disoccupato, con pregiudizi di polizia. L’uomo, all’atto del controllo, nonostante sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso il proprio domicilio, si era allontanato arbitrariamente dalla sua abitazione in violazione delle norme impostegli.

i Carabinieri del NORM di San Vito e quelli della Stazione di Villasimius, hanno proceduto nella via del mare di quest’ultimo centro, al controllo di un’autovettura Lancia Y condotta da un 42enne di Cagliari ma residente in Veneto; costui si trovava alla guida citato mezzo con patente revocata e, all’esito del controllo alcolemico veniva anche riscontrato in stato di ebbrezza alcolica, con un tasso pari a 2,27 g/l. L’uomo veniva dunque deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per guida in stato di ebbrezza alcolica e gli veniva anche comminata la sanzione amministrativa accessoria prevista dall’art. 116 codice della strada (guida con patente revocata).

i Carabinieri della Stazione di Cagliari San Bartolomeo, hanno deferito in stato di libertà, per evasione, un 43enne di Cagliari, disoccupato, con pregiudizi di polizia, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I Carabinieri, che erano impegnati in un ordinario servizio di controllo del territorio, alle ore 03:20, hanno notato l’uomo intrattenersi all’interno di un circolo nella via Schiavazzi, in palese violazione delle prescrizioni a egli imposte.

i Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM di Quartu Sant’Elena, hanno deferito in stato di libertà, per evasione, un 48enne del luogo, disoccupato, con pregiudizi di polizia. L’uomo, all’atto del controllo, nonostante sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso il proprio domicilio, si era allontanato arbitrariamente dalla sua abitazione in violazione delle norme impostegli.

i carabinieri dell'aliquota radiomobile della locale Compagnia, a seguito degli accertamenti scaturiti dal sinistro stradale con feriti verificatosi il 22 luglio scorso sulla strada statale 125 Var al km 37 + 800, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti un operaio quarantasettenne nato a Cagliari ma residente a Londra. Si tratta di una persona già nota per altri motivi alle forze dell'ordine. A conclusione delle analisi richieste dagli operanti in ordine all’incidente in questione, effettuate presso il laboratorio di tossicologia dell'ATS di Cagliari, l'uomo è risultato positivo ai cannabinoidi e alla cocaina. La Procura della Repubblica e la Prefettura di Cagliari sono state informate per gli aspetti di rispettiva competenza

a Lunamatrona i carabinieri della locale Stazione in collaborazione con quelli di Sanluri hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, un trentacinquenne del luogo, disoccupato e incensurato. I militari operanti nel corso di un servizio perlustrativo per il controllo di quel territorio hanno individuato il giovane lungo la SP 48 nei pressi di un distributore IP, in atteggiamento sospetto a bordo della propria autovettura. Hanno proceduto a un controllo sottoponendo altresì l'uomo e l'autovettura a una perquisizione che è risultata positiva. Dalle verifiche sono emersi un grammo di cocaina e due di eroina, contenuti in involucri di cellophane termosaldati. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire un grammo di marijuana confezionata allo stesso modo. Il tutto è stato sottoposto a sequestro e verrà presto inviato presso l'ufficio corpi di reato della Procura della Repubblica a Cagliari.

a Cagliari i carabinieri del NAS del capoluogo, operando nell'ambito del settore mensile di interesse, relativo per settembre all'ambito vitivinicolo, in collaborazione coi colleghi della locale Stazione di Stampace, hanno ispezionato un’enoteca di cui è titolare un cagliaritano. A seguito delle verifiche compiute hanno riscontrato che il titolare era incorso in irregolarità tali da doversi procedere al blocco di alcuni prodotti, poiché posti in vendita senza la necessaria indicazione del lotto di produzione, utile per la rintracciabilità di prodotti che possano manifestare problematiche di qualunque genere. Sono state pertanto fermate 26 bottiglie da 0,75 litri ciascuna di un vino rosso prodotto a Mamoiada, nonché 108 bottiglie di Vermentino di Gallura prodotto e confezionato a Monti. Il valore dei prodotti bloccati ammonta a oltre 1.300 euro.

a Capoterra, i carabinieri della locale Stazione, al termine di un'attività investigativa intrapresa dopo la querela presentata il 22 giugno scorso da una 63enne del luogo, casalinga incensurata, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per concorso nei reati di indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento, nonché per riciclaggio, un 86enne napoletano, pensionato, incensurato ed un suo concittadino 59enne, disoccupato con precedenti denunce a carico. Un anonimo interlocutore aveva indotto la querelante con abili quanto false argomentazioni a rivelargli le proprie credenziali bancarie. Immediatamente dopo l'uomo, servendosi di vari sportelli bancomat della città di Napoli, mediante 7 transazioni effettuate con diverse carte di credito intestate alla vittima, ha sottratto dal conto corrente della parte offesa la somma complessiva di 5.068 euro. Accade in genere che questi truffatori operino numerosi tentativi prima di incorrere nel soggetto idoneo a cadere nel tranello, e immancabilmente lo trovano.

a Cagliari al termine di un intervento su strada e dei successivi accertamenti, i carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Villanova, hanno tratto in arresto, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e contestualmente deferito in stato di libertà per i reati di guida senza patente con recidiva e porto di armi o oggetti atti ad offendere, un ventitreenne cagliaritano. Attorno alle ore 16:10 circa, durante un posto di controllo stradale effettuato dai militari in Via Borgo Sant'Elia, è stata sottoposta a verifiche una Volkswagen Golf condotta dal giovane, che aveva con sé a bordo una diciassettenne incensurata. Nel corso degli accertamenti è stato appurato che il ragazzo non era titolare di patente di guida ed era recidivo nel biennio per guida senza idoneo titolo. Dato il suo anomalo stato di agitazione che faceva insospettire gli operanti, a seguito di richiesta dei carabinieri, egli ha consegnato spontaneamente un contenitore con quattro dosi di cocaina per un peso di 2 grammi e due confezioni sottovuoto contenenti complessivi 10 grammi della stessa sostanza. Infine, la successiva perquisizione del veicolo ha consentito di rinvenire una busta con all'interno materiale per il confezionamento in dosi della sostanza. La perquisizione è stata quindi estesa all'abitazione dell'interessato e ha permesso di recuperare un bilancino di precisione. Quanto rinvenuto, compresa la somma contante di 990 euro, ritenuta provento di spaccio e un coltello, trovati nella disponibilità del ragazzo, sono stati sottoposti a sequestro. Il giovane al termine della redazione degli atti inerenti a quanto accaduto è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio con rito direttissimo, previsto per la mattinata di ieri presso il palazzo di giustizia di Cagliari.

a Villasor i carabinieri della locale Stazione in collaborazione coi colleghi di Serramanna e Samatzai, con l'ausilio di personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro dei carabinieri di Cagliari, nel contesto di un più ampio servizio organizzato dalla Compagnia di Sanluri, finalizzato al contrasto dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e del caporalato, hanno proceduto a contestare la mancata notifica dell’avvenuta assunzione di personale, nei confronti di un sessantanovenne imprenditore, incensurato, titolare dell'azienda agricola in questione. I militari operanti hanno eseguito un accesso ispettivo presso l'azienda agricola specializzata nella coltivazione di carciofi”. All’interno della stessa sono stati bloccati, mentre cercavano di sottrarsi al controllo dei carabinieri allontanandosi rapidamente, due lavoratori italiani, un 35enne e un 75enne, noti entrambe alle forze dell'ordine. Dagli immediati accertamenti compiuti si è potuto verificare che gli stessi erano privi di comunicazione preventiva alla “Centro per l’Impiego” e contratto di assunzione. Pertanto il titolare è stato segnalato per le violazioni in titolo all’autorità competente con sanzioni amministrative pecuniarie per complessivi 7200€.

a Samassi, decorsa notte, i carabinieri del NORM della Compagnia di Sanluri unitamente ai colleghi di Serramanna, sono intervenuti a richiesta pervenuta su utenza 112, sulla SP 58 km 0 + 300 dir. Sanluri, per un sinistro che ha coinvolto una CITROEN condotta da una 29enne di Sanluri. La ragazza è stata trasportata dal 118 per lievi contusioni in codice giallo presso l’ospedale civile di San Gavino Monreale. Dalle prime verifiche sulla dinamica, per cause in corso di accertamento, durante una fase di sorpasso, la donna ha perso autonomamente il controllo del mezzo, finendo fuori strada nelle campagne adiacenti alla carreggiata. I documenti di guida e di circolazione sono risultati essere regolari. Il mezzo non marciante è stato rimosso da soccorso stradale autorizzato. Viabilità non interrotta.


comunicato comando provinciale carabinieri Cagliari

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna