NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Wed, Oct
23 Nuovi articoli

Cagliari. Operatività stazioni comando CC Provinciale

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

Cagliari. Operatività stazioni comando CC Provinciale del primo ottobre 2021

a Cagliari i carabinieri della Stazione di Sant'Avendrace hanno dato esecuzione a un'ordinanza che sostituisce la misura della detenzione domiciliare con braccialetto elettronico con quella della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è stato emesso nella giornata di ieri dall'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Cagliari nei confronti di un 53enne nato e residente nel capoluogo, con precedenti denunce a carico, dovendo questi espiare un anno, un mese e 9 giorni di reclusione per un cumulo di pene concorrenti. Il provvedimento attuale è scaturito dalla violazione alle prescrizioni imposte dalla magistratura a cui l'interessato non ha dato pieno seguito, poiché il 17 settembre ultimo scorso egli si era allontanato dalla propria abitazione senza alcun motivo e tale circostanza era stata documentata in occasione di un controllo svolto dai carabinieri in quella giornata, scaturito dall’allarme prodotto dal braccialetto nella centrale operativa di Via Nuoro e riferito formalmente alla Procura della Repubblica. L'uomo si trova ora presso la casa circondariale di Uta dove sconterà la parte restante della pena, salvo diverse future disposizioni dell'autorità giudiziaria.

a Capoterra i carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione a una ordinanza che dispone l'aggravio della misura cautelare degli arresti domiciliari, sostituita con quella della custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte d'Appello di Cagliari nei confronti di un 24enne di Capoterra, disoccupato con precedenti denunce a carico. Da stamattina egli non è più sottoposto al regime degli arresti domiciliari per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento odierno scaturisce dal controllo eseguito nella giornata del 27 ultimo scorso dal personale della stessa Stazione, all'esito del quale era stato accertato che il giovane non si trovava in casa, essendosi reso irreperibile e quindi responsabile del reato di evasione. L'arrestato al termine della notifica dell'atto, è stato tradotto dai carabinieri presso la casa circondariale di Uta a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Alle volte determinati episodi risultano essere del tutto inspiegabili.  a Cagliari i carabinieri della Stazione Villanova hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per lesioni personali un ventenne operaio residente nel capoluogo. I carabinieri erano intervenuti il 23 settembre scorso in via 28 febbraio. Una donna aveva chiamato il 112 dall’abitacolo di un autobus, perché un giovane aveva inspiegabilmente aggredito un anziano per motivi di sguardi o litigiosità spicciola e irrazionale, forse per facile “balentia”. In sostanza il giovane aveva tirato un pugno ad un 71enne nato a Cagliari ma residente in Austria, che si trovava in città per le ferie estive. L'intervento dei militari era stato rapidissimo tanto che alla fermata successiva sul mezzo erano montati i componenti di una pattuglia del Radiomobile di Via Nuoro che identificati tutti, avevano proceduto a ricostruire la situazione con l'ausilio anche delle dichiarazioni di due testimoni presenti sul veicolo pubblico. Nonostante una differenza di età di oltre mezzo secolo, quel ragazzo incensurato aveva pensato bene di colpire violentemente con un pugno un uomo che avrebbe potuto essere suo nonno, suscitando la scandalizzata reazione delle persone presenti sull'autobus, una delle quali aveva chiamato l’intervento dei carabinieri. Tra l'altro non si era trattato di un colpo leggero, in quanto la persona offesa era stata trasportata presso l'ospedale Brotzu dove gli erano state riscontrate lesioni guaribili con una prognosi di 30 giorni, situazione nella quale si procede d'ufficio indipendentemente dalla volontà della vittima.

fonte: nota stampa comando provinciale CC del 2 ottobre 2021

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna