NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Mon, May
Pubbicità

Nuxis. Elezioni: Anche “Tempus de Cambiamentu” si è presentata agli elettori

Nuxis
Aspetto
Condividi

Quindici giorni fa, è stata presentata la lista capeggiata dal candidato sindaco Pier Andrea Deias. In una sala gremita del bellissimo locale di prossima apertura alle porte di Acquacadda, “Il Mirto”, si palpavano emozioni differenti e contrastanti. Ansia, entusiasmo, nervosismo.
Tensione dissolta con l’apertura della riunione a opera di Pier Andrea Deias che ha introdotto la serata. L’avvio dei lavori con “il doveroso ringraziamento ai presenti, ai padroni di casa, nonché ai cittadini e le cittadine di Nuxis che hanno deciso di esporsi in prima persona per attuare il cambiamento di rotta” nel governo del piccolo centro del Sulcis. L’incontro “simbolicamente sancisce un accordo condiviso e partecipato tra i candidati e i concittadini” per il rinnovo dell’Amministrazione del paese. “A prescindere dal risultato, si pongono le basi per principiare manifestamente il cambiamento per il futuro”. L’aspirante sindaco prosegue affermando che, “il gruppo è solido. Nelle intenzioni dello stesso vi è quella di creare un paese diverso, libero da competizione e propendente alla collaborazione e reciprocità”. “Compito dell’Amministrazione, e prima ancora dei candidati, è dare l’esempio del cambiamento. Partecipazione e condivisione sono i punti cardine dell’operato dei candidati. In questa ottica assume valore diverso anche il dissentire. Questa azione è lecita e anche positivamente auspicabile. Il parere discordante, quando è espresso in maniera costruttiva non può che creare ricchezza. Elemento essenziale della modalità che ci si prefigge di perseguire è l’Ascolto”. Il candidato prosegue affermando, “se Ascolto e Collaborazione sono attività che la comunità persegue, non si possono ottenere altri che risultati positivi per l’intera collettività”. Deias prosegue con la presentazione della lista che, al suo interno, presenta nomi politicamente già noti in paese in quanto consiglieri uscenti di opposizione. E’ questo il caso di Fanutza Michele, Manca Francesco e Vacca Maurizio. Numerosi i giovani alla loro prima esperienza. Alla presentazione ha fatto seguito la scelta del nome della lista concordato con i presenti, i candidati, il gruppo sostenitore e il pubblico. In ciascuno dei nomi è contenuta figurativamente la volontà di rinnovamento:
1. Il paese che vorrei
2. Primavera per Nuxis
3. Bentu nou
4. Bentu de cambiamentu
5. Tempus de cambiamentu
I più votati, Bentu de cambiamentu e Tempus de cambiamentu. La scelta è tuttavia ricaduta su “Tempus de Cambiamentu”. Il fenomeno atmosferico ha lasciato spazio al concetto del divenire. Il Tempo come dimensione dinamica in stretto rapporto con ogni fenomeno legato al Cambiamento e allo sviluppo.
Il capolista prosegue nell’illustrazione del simbolo che contraddistinguerà il gruppo di lavoro. Esso è uno scudo diviso in quattro parti, in ciascuna di esse è rappresentato un simbolo distintivo del paese. Uno dei quali sarà dedicato all’acqua, argomento sempre decisamente sentito a Nuxis. Il candidato afferma che “la lotta per l’acqua non è stata condotta solo da noi, ma è stato un sentire corale. La nostra volontà è anche quella di tutti i cittadine e le cittadine; mantenere la gestione in maniera autonoma fino a quando questa non ci verrà impedita con la forza”.
Subito dopo l’intervento del capolista, il candidato Michele Fanutza, consigliere uscente di opposizione fa presente che “il gruppo ha radici lontane. Costituito prevalentemente da giovani. Una parte di essi si è avvicinata al Comitato di lotta per il mantenimento della gestione dell’acqua. Abbiamo riscontrato in quel caso che il paese è disgregato. Ciò che lo tiene unito, sono le associazioni e società sportive. Da questa constatazione abbiamo creduto indispensabile fissare alcuni paletti, soprattutto non dobbiamo trovare “avversari da combattere”, ma gente che collabori al processo di miglioramento della qualità del tessuto sociale di Nuxis. L’amministrazione deve essere d’esempio. Riteniamo fondamentale restare uniti anche dopo le elezioni indipendentemente dal risultato delle urne, che si vinca o che si perda, noi continueremo perché è nostra ferma intenzione cambiare il paese. Nel nostro programma, per grandi linee illustrato nell’intervista al candidato sindaco pubblicata da Tentazioni della Penna, la Persona deve tornare a essere centrale negli interventi che intendiamo attuare. Negli ultimi due anni si sono persi quasi tutti i servizi socio/assistenziali fondamentali per la crescita e il benessere di ogni comunità, specie se in disagio economico”. Il Consigliere Fanutza prosegue “rispetto alle opere da realizzare è auspicabile recuperare quelle già esistenti. Piuttosto che perseguire un’idea di costruzione di grandi opere, più corretto osservare quelle che sono le esigenze della popolazione e muovere da quelle per la costruzione dell’operato dell’Amministrazione, fatta eccezione per un piccolo palazzetto che potrebbe accogliere differenti discipline, perché attualmente alcune società sportive, sono costrette a recarsi in paesi limitrofi per l’attività agonistica”.
Fanutza prosegue sottolineando “la vitalità del paese dal punto di vista associativo è notevole”. Rassicura rispetto alla volontà del gruppo di sostenere i sodalizi e incrementare l’appoggio agli stessi. Per ciò che attiene “le opere pubbliche e la viabilità importante provvedere alla sistemazione della scuola dell’infanzia; dei punti luce ove mancanti e sostituzione di quelli obsoleti o fatiscenti; sistemazione strade montane; messa in sicurezza della 293; riqualificazione de Sa Turri; valorizzazione di prodotti locali e sistemazione del mercato rionale in una piazza piuttosto che una strada evitando di creare disagio per la viabilità. Nuxis necessita di una riorganizzazione a misura d’uomo”.
Maurizio Vacca consigliere uscente di opposizione, lamenta che “una delle incompiute che merita particolare attenzione è la rete del gas cittadino che non raggiunge diverse frazioni del comune. Rimarca che “come opposizione abbiamo lavorato bene. Il contributo maggiore è stato dato nella spinosa questione della gestione del servizio idrico. Anche grazie al nostro apporto è stato possibile mantenere la gestione autonoma”.
Tra i giovani l’intervento della candidata Alessandra Lai, spicca per la sincerità della sua affermazione: “posso promettervi che metterò a disposizione del paese tutto il mio impegno, in seguito sarete voi a valutare l’operato”, parole che lasciano ben sperare rispetto al superamento di certi schemi utilizzati durante il periodo elettorale.
Chiudono l’incontro due interventi; Romeo Ghilleri che asserisce “di aver spinto per la formazione del gruppo che poi ha condotto alla formazione della lista e, nonostante le difficoltà odierne di fare politica, è impossibile non notare che finalmente molti giovani del paese hanno deciso di esporsi. Ciò che ho potuto constatare in questi mesi è che si sente la necessità di creare unione”. Esorta “chiunque, anche se non è candidato, creda in questo progetto, deve promuoverlo”. Di questo avviso anche Francesco Sanna, nuxaio di adozione che constata che Nuxis ha tutte le credenziali per migliorarsi e la lista “Tempus de Cambiamentu”, propone un buon programma per facilitare tale processo.

Claudia Serra 

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità