NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Wed, Oct
23 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Turista padovana affitta un natante ad Alghero per crociera intorno all'isola. Litiga con lo skipper. Telefona al 1530 e chiede di sbarcare

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Quanto possa essere complicato trascorrere tre giorni con uno sconosciuto lo ha scoperto una turista 48enne padovana. Allo scopo di rilassarsi nel benefico contatto con la natura, ha compreso che si sarebbe dovuta organizzare in un altro modo per poter pervenire a quel corroborante risultato. Aveva ingaggiato al porto di Alghero un 72enne, armatore e comandante del proprio piccolo veliero, nonché marinaio unico e cuoco dello stesso, per una tre giorni di navigazione con mare quasi piatto e bonaccia di vento per raggiungere Cagliari, costeggiando le coste sud occidentali della Sardegna. Avrebbe dovuto essere un’avventura un po’ costosa ma ben controllata: tanto sole, aria di mare, panorami mozzafiato, qualche nuotata in calette esclusive e buon cibo. Quanto necessario per rientrare in città con le batterie ben cariche ed il ricordo indimenticabile di una vacanza speciale. Le cose non sono andate esattamente così. Certo la vacanza resterà indimenticabile comunque, ma non nel senso sperato. Non sapremo mai cosa esattamente sia successo tra i due, ma di certo tra il lupo di mare e la cittadina in trasferta qualcosa non ha funzionato forse per incompatibilità di caratteri. Fatto sta che dopo due giorni di navigazione lei non ne poteva più e ha chiesto di essere immediatamente sbarcata a Sant’Antioco. guardia costieraLui inizialmente ha aderito salvo poi dirigere la prua della propria barca ancora verso Capo Spartivento e l’isola del Toro, facendo ulteriormente infuriare la donna che a quel punto ha chiamato il soccorso della Capitaneria di Porto di Sant’Antioco che è intervenuta con una propria motovedetta e ha trasbordato la donna, affidandola poi ai meticolosi accertamenti dei carabinieri della locale Stazione. Alla fine del proprio racconto, per quanto molto arrabbiata, la donna non ha neppure querelato. Sulla base dei racconti della stessa e della mancata interruzione a richiesta del servizio di trasporto marittimo i militari hanno denunciato l’uomo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per violenza privata e probabilmente qualcosa deve ancora essere chiarito. Se la donna aveva pagato comunque tutto il viaggio, a sua semplice richiesta l’uomo avrebbe dovuto condurla a terra anche molto prima di quanto inizialmente concordato.

fonte: nota stampa comando provinciale CC del  17 settembre 2021

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna