NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
28
Sun, Feb

Gesù a Nazaret afferma di essere Colui di cui avevano parlato i Profeti. I suoi concittadini rimangono ammirati della sua sapienza, ma non possono accettare che sia il Messia uno di cui conoscono vita e miracoli. Ci domandiamo: ma se quel tale parlava bene, diceva la verità, realizzava le profezie, perché rifiutarlo?

Alcuni anni fa, in una trasmissione radiofonica su “Radio uno”, un professore con voce alterata rimproverava: “Giovanni Paolo II va in giro per il mondo predicando la libertà e la dignità di ogni essere umano, ma proprio la Chiesa cattolica fa la prima violenza amministrando il Battesimo ai bambini, imponendo loro una fede senza libera scelta”. Vediamo come stanno le cose e cos’è la libertà.

Dio, da invisibile che era, si è reso visibile, facendosi uomo nel grembo della Vergine Maria. Lo hanno incontrato i pastori di Betlemme, Bambino che giaceva nella mangiatoia; lo hanno trovato e adorato i Magi, che venivano da lontano; lo incontriamo noi, allorché si rende presente nei vari Sacramenti. 

Altri articoli...