NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
21
Wed, Feb
38 Nuovi articoli

Carbonia. Passa all’unanimità la proposta di ricostituire la commissione Pari Opportunità

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Sarà ricostituita la commissione comunale Pari Opportunità. Lo ha deciso all’unanimità la Commissione Affari Istituzionalei del consiglio comunale su proposta avanzata dal consigliere comunale di opposizione Fabio Usai (nella foto), il quale aveva in passato sollecitato la questione con un’interpellanza. Prevista dallo Statuto comunale, l’organismo da ormai diversi anni era stato dimenticato: «È stato un errore – spiega Usai – ed è positivo che questo consiglio comunale e la giunta abbiano trovato l’unanimità su questo tema. Le funzioni della commissione sono importanti, se essa è posta in condizione di lavorare». La commissione Pari Opportunità è prevista dall’articolo 42 dello Statuto: «Il Comune al fine di meglio programmare politiche rivolte al conseguimento di pari opportunità tra donne e uomini – così il testo – istituisce la Commissione per le pari opportunità. Viene eletta dalla Giunta entro sessanta giorni dalla sua nomina, su proposta dei gruppi previa consultazione delle associazioni femminili esistenti in città. Opera per la rimozione degli ostacoli ed ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne e per promuovere politiche di pari opportunità. Elegge al proprio interno la presidente. La Commissione formula al Consiglio proposte e osservazioni su ogni questione che può avere attinenza alla condizione femminile e che possono essere sviluppate in politiche di pari opportunità. Opera in piena autonomia e sviluppa rapporti di collaborazione con le consulte comunali, provinciali e regionali. La Giunta Comunale consulta preventivamente la Commissione sugli atti di indirizzo da proporre al Consiglio in merito ad azioni particolarmente rivolte alla popolazione femminile. La Commissione dura in carica per l'intero mandato e sull'attività svolta redige relazioni, annuale e conclusiva». L’organismo sarà composto da cinque membri, ciascuno indicato dai gruppi presenti in consiglio comunale.
Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna