NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
28
Sat, Mar
45 Nuovi articoli

Iglesias. I sindaci del Sulcis Sulcis Iglesiente inviano lettera Prefetto, Regione e Ats in relazione all'emergenza COVID-19.

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Iglesias. I sindaci del Sulcis Sulcis Iglesiente inviano lettera Prefetto, Regione e Ats in relazione all'emergenza COVID-19.

La lettera.

Al Prefetto di Cagliari
Dott. Bruno Corda

Al Presidente
Regione Autonoma della Sardegna
On. Dott. Christian Solinas

All’Assessore della Sanità
Regione Autonoma della Sardegna
On. Dott. Mario Nieddu

Al Direttore
ATS Sardegna
Dott. Giorgio Carlo Steri


OGGETTO: Piano strategico di attivazione progressiva di strutture di area critica in Regione Sardegna

Con la presente, i sottoscritti Sindaci del territorio del Sulcis Iglesiente, chiedono l’immediata modifica dell’atto in oggetto, nel quale, al fine di fronteggiare l’emergenza COVID-19, è prevista l’istituzione presso l’ATS – ASSL Carbonia di n.33 posti letto di terapia intensiva e pneumologia, con il P.O. CTO di Iglesias come struttura ospedaliera di riferimento.
L’atto prosegue con il trasferimento del punto nascite dal P.O. CTO di Iglesias e del personale in servizio nella struttura, presso l’Ospedale Brotzu di Cagliari.
Chiediamo che venga immediatamente individuato il P.O. Santa Barbara di Iglesias come presidio per la gestione di pazienti critici e non, poiché il reparto di terapia intensiva della struttura era operativo fino a poco tempo fa, e, come già proposto sin dall’inizio dal Sindaco e dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Iglesias, questa sarebbe la scelta più adeguata per fronteggiare questo particolare momento di emergenza.
E’ stato comprovato da diversi esempi in tutta Italia e nella Regione Sardegna, come la gestione di pazienti COVID-19 sia incompatibile con la presenza di altri reparti operativi nei presidi ospedalieri, rendendo molto più elevati i rischi di contaminazioni e contagi.
Situazione ancora più evidente con riferimento al P.O. Sirai di Carbonia ed al punto nascita presente nel P.O. CTO di Iglesias, strutture nelle quali la mobilità degli operatori sanitari tra i due presidi sarebbe un possibile veicolo d’infezione.
In conclusione, troviamo inconcepibile la concentrazione di pazienti COVID-19 in un presidio ospedaliero operativo, quando è presente nel territorio una struttura adeguata alla gestione come il P.O. Santa Barbara di Iglesias.


Iglesias, 21/03/2020 I sindaci del Territorio del Sulcis Iglesiente

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna