NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Fri, Nov
59 Nuovi articoli

Portoscuso. Ultraleggero precipita in mare. Due morti

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

Un velivolo ultraleggero biposto decollato dal campo volo di Ussana si è inabissato nella mattinata odierna nello specchio acqueo antistante la località PUNTA  S’ALIGA (canale di San Pietro).  L’allarme è stato lanciato da alcuni bagnanti e pescatori sportivi che si trovavano sulla spiaggia ed hanno avvisato la Capitaneria di Porto di Cagliari. Sul punto sono state inviate tre unità navali della Guardia Costiera rispettivamente da Portoscuso Carloforte e Sant’ Antioco che alle ore 11.50 circa sono riuscite ad individuare il velivolo ormai sommerso su un fondale  di circa 5 metri,  ad una distanza di 500 metri dalla costa. Nel luogo del sinistro si sono immersi un sommozzatore Vigile del Fuoco e i sommozzatori dei Carabinieri che all’interno dell’aeromobile hanno rinvenuto i corpi senza vita di un uomo ed una donna. Sono il pilota dell'ultraleggero precipitato Piero Capoccia, 48 anni, maresciallo in servizio alla base di Decimomannu, di origini leccesi ma residente da tempo in Sardegna. Con lui è morta anche Maria Cristina Cruccu, 41 anni nata a San Gavino e residente a Pabillonis. Dei fatti è stata notiziata l’Autorità Giudiziaria che ha disposto il recupero dei corpi e il trasporto sulla terraferma, a disposizione del medico legale. Attualmente sono in corso le operazioni di recupero e rimorchio ai fini del sequestro probatorio della carcassa del velivolo da parte del personale dei mezzi navali e dei Vigili del Fuoco e della Guardia Costiera.  La Guardia Costiera di Portoscuso, coordinatrice dell’evento, sta provvedendo quindi ad assicurare tutti gli elementi di prova al fine di accertare le cause del sinistro aeronautico in mare.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna