NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
15
Sat, Dec
42 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Convegno sulla shoah alla facoltà di studi umanistici a Cagliari

Ritagli
Aspetto
Condividi

Il giorno della commemorazione della shoah alcuni alunni delle classi 4G e 5°, del liceo scientifico Emilio Lussu di Sant’Antioco, assieme ad alcune professoresse, si sono recati a Cagliari, nel primo pomeriggio, alla facoltà di studi umanistici di Cagliari. Hanno partecipato al convegno sulla shoah, dove è stato approfondito il progetto T4, inventato dai nazisti per uccidere i disabili.
Al convegno, sono intervenuti il professor Natoli (professore dell’università di Cagliari), un professore dell’università di Brema (Germania) e il sindaco di Cagliari Massimo Zedda.
Il convegno è iniziato con i saluti del sindaco di Cagliari, che ha ricordato il fatto che il 2018, è un anno di grossi anniversari:
• 1938: Leggi razziali in Italia
• 1948: costituzione italiana
• 1948: statuto sardo
• 1978: riforma sanitaria
Dopo il suo intervenuto il professor Natoli che ha esposto la sua relazione sull’argomento che è stata molto interessante- La parte più interessante però è arrivata quando il professore di Brema, ha esposto la sua relazione, dove ha raccontato cose che pochi studenti, intervenuti al dibattito, sapevano sul progetto T4. All’inizio della presentazione il professore ha detto che alla fine si sarebbe scoperto perché quell’argomento gli era molto a cuore. Il motivo era il fatto che nella clinica di Hadamar c’era stato anche suo fratello maggiore ammalato di scrizzofenia. Quella clinica è ancora aperta, una parte di essa oggi è una specie di museo, visto che è ancora presente la camera a gas e il forno crematorio e dove, negli ultimi anni, hanno ricostruito anche la baracca dove arrivavano i pullman, con i disabili a bordo.

Elio Sanchez

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna